Musei, gallerie, aree e parchi archeologici: tutto aperto a Ferragosto!

di Giuseppe Brienza

CON LA CAMPAGNA “FERRAGOSTO AL MUSEO” IL MINISTERO DELLA CULTURA PROPONE UNA FESTA ALL’INSEGNA DELLA CULTURA CON L’APERTURA STRAORDINARIA DI MUSEI, GALLERIE, AREE E PARCHI ARCHEOLOGICI

Alla vigilia di Ferragosto (o, meglio, dell’Assunta), il Ministero della Cultura (MiC) ha chiesto a tutti i direttori e responsabili di musei e principali luoghi della cultura italiani, ivi inclusi monumenti, gallerie, aree e parchi archeologici, ville e i giardini, una apertura straordinaria per la prossima festività «quand’anche il giorno lunedì 15 agosto 2022 dovesse ricadere nel giorno di chiusura infrasettimanale».

In considerazione dell’interesse non solo dei turisti ma anche di non pochi cittadini che, nei giorni feriali, sono disincentivati da problemi di traffico, di lavoro o altro o dagli stessi orari spesso proibitivi dei “luoghi della cultura”, il MiC ha inviato una circolare, la n. 61 del 3 agosto 2022, invitando i vari direttori e responsabili «ad assicurare l’apertura degli istituti di propria competenza», raccomandando altresì «di promuovere diffusamente tale apertura attraverso i propri canali informativi».

Molti dei luoghi d’arte che hanno aderito (per la lista completa cliccare qui) saranno oltretutto animati nel giorno di Ferragosto da eventi, mostre tematiche, percorsi e visite guidate. Un’occasione speciale per trascorrere una festa anche all’insegna della cultura e del divertimento.

Per menzionare solo alcuni dei luoghi della cultura coinvolti nella pregevole iniziativa del Ferragosto al museo (l’ufficio responsabile è la Direzione generale musei del MiC), basti citare la Reggia di Caserta – Palazzo Reale Caserta, il Museo archeologico nazionale La Civitella di Chieti, Castello Piccolomini – Collezione Torlonia e Museo d’Arte Sacra della Marsica Celano (L’Aquila) e lo splendido Palazzo Reale di Napoli.

La visita di un museo, di un monumento o parco archeologico con modalità nuove e condizioni migliori di fruibilità può contribuire, a nostro avviso, alla benemerita opera di “restituzione alla comunità” di tanti tesori nascosti e talvolta trascurati del nostro Paese. Un esito dovuto anche all’assenza di interesse o modo da parte dei cittadini e delle famiglie di riscoprire tali luoghi della cultura, accompagnando tale crescita anche con emozioni che, una gestione non burocratica dei siti, può doverosamente favorire.

Essendo l’Italia un museo a cielo aperto, iniziative come Ferragosto al museo perseguono anche un obiettivo particolarmente prezioso per i nostri giovani. Visitando ed appassionandosi alla bellezza dell’immenso patrimonio culturale nazionale, infatti, essi possono decidere di formarsi competenze personali, professionali e sociali in tale ambito diventando “occupabili”.

Insomma la scoperta o la riscoperta di un museo, di un monumento o di un parco archeologico possono costituire un’occasione da non trascurare anche per invogliare e avviare le nuove generazioni al mondo del lavoro.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments