La Rai fa propaganda gender a spese degli italiani

di Jacopo Coghe

DAL SERVIZIO PUBBLICO RADIOTELEVISIVO ARRIVANO MESSAGGI GRAVI E PERICOLOSI

Nel 2022 la Rai ha abusato del canone che gli italiani sono obbligati a pagare per fare propaganda ideologica gender e LGBTQ nei suoi programmi.

Adesso migliaia di cittadini chiedono al Governo di intervenire sulla dirigenza Rai per impedire che nel 2023 prosegua questa folle promozione della transizione sessuale di minori e giovani tramite pesanti terapie ormonali e devastanti interventi chirurgici.

Nei mesi scorsi la Rai ha usato fiction, programmi, talk, cartoni animati, servizi e serie Tv per affrontare in modo fazioso e ideologico temi come l’identità di genere, l’orientamento sessuale, la transizione e la sessualità.

Il caso più recente è stata la puntata dello scorso 19 dicembre del programma “Fame d’Amore” condotto su Rai 3 da Francesca Fialdini, dove l’assunzione di testosterone a vita da parte di una ragazza per apparire in sembianze maschili è stata presentata come “la chiave che ti libera a livello sociale”, senza alcuna contestualizzazione medico-scientifica.

Un messaggio grave e pericoloso che potrebbe indurre migliaia di giovani fragili e confusi a desiderare di assumere farmaci ormonali o a ricorrere a interventi chirurgici menomanti e irreversibili per essere “liberati” dai loro disagi psicologici.

La Rai smetta di usare i suoi palinsesti e il canone degli italiani per veicolare ideologie politiche faziose e particolarmente dannose per il pubblico più giovane.

 

 

Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Sono senza parole per questi programmi che indottrinano i giovani alle teorie LGBT. Vogliamo una televisione che aiuta a fare le scelte giuste in campo scolastico in campo di lavoro. Che aiutino i giovani a formare famiglie dove possono nascere e crescere figli. Dove si mostra anche il positivo, persone che si impegnano ad aiutare i poveri, per esempio Biagio Conte e la sua opera, trasmesso il film della sua vita alle 00, 10 su rai uno. Di notte mentre i giovani sono a letto , un esempio di carità che fa bene .