Cosa vuol dire “Rimanete nel mio amore”?

Cosa vuol dire “Rimanete nel mio amore”?

di Giuliva di Berardino

IL VANGELO DEL GIORNO COMMENTATO DA UNA TEOLOGA LITURGISTA

Gv 15, 9-11

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena».

Oggi la liturgia ci presenta un breve testo del Vangelo, ma si tratta di un testo molto intenso, che può essere veramente oggetto di meditazione. Gesù ripete per ben due volte “Rimanete nel mio amore“. Fermiamoci a meditare questo verbo “rimanete”. Non si tratta di un restare in senso statico, ma dinamico, perché qui è come se Gesù ci dicesse di restare dentro un movimento d’amore che si fa sempre più reale. Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi.

Si tratta di restare nell’amore, in questa certezza di essere amati tanto da Dio e credere al Suo amore, perché chi crede sa amare davvero perché non ama solo a parole, ma anche con i fatti. Se siamo stati amati e ci sentiamo amati, allora ri-amiamo. È un movimento prodotto in noi come risposta consapevole all’amore, anche se la vera condizione dell’amore non è la risposta, ma la sua qualità, cioè il saperci stare dentro totalmente, senza evadere, senza scappare.

Il Signore allora oggi ci invita a non cessare in noi questo flusso, questo movimento travolgente di risposta all’amore che accoglie e che dona, allo stesso tempo. È come se ci dicesse: non fermatevi! Non mollate! Per questo ci affida il comandamento dell’amore, un comandamento che Gesù definisce “il mio comandamento” ma anche il “comandamento nuovo“, nuovo perché offerto ogni giorno e che ogni giorno siamo chiamati a donare. Questo amore che ci accoglie per restare e ci spinge a donare è il motore di ogni vita, che riempie il cuore di gioia, nel sentirci amati come figli e nel sentirci fratelli e sorelle tra noi.

Allora oggi restiamo nell’amore, restiamo in questo movimento di gioia e chiediamo allo Spirito Santo che ci mostri la Sua opera attraverso di noi oggi, che ci sorprenda nel vedere che questo amore che ci muove non resta solo per noi, ma che può coinvolgere tanti altri nostri amici. Restiamo, in questo amore, nelle preghiere e nelle opere: non solo vedremo quanto è grande l’amore di Dio, ma sentiremo nel cuore la gioia piena che Gesù oggi ci promette. Buona giornata!

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments