La vittimizzazione selettiva delle minoranze

La vittimizzazione selettiva delle minoranze

di Martino Mora

VITTIMIZZAZIONE

La vittimizzazione selettiva delle minoranze è una delle armi più efficaci utilizzata dalla plutocrazia d’Occidente, o dai suoi “spin doctor”.

La plutocrazia demagogica nella quale viviamo investe infatti moltissimo sul meccanismo della “vittimizzazione selettiva”.

I padroni del denaro e i loro “spin doctor” decidono scientemente chi vittimizzare e chi no. Chi merita la compassione collettiva e chi no.

Scelgono delle precise categorie, che nel passato hanno subito vere o presunte angherie, e le sacralizzano attraverso l’ossessiva vittimizzazione.

La vittimizzazione parte dai media, quasi interamente controllati dalla plutocrazia, ma arriva presto nelle scuole, nelle università, nelle case editrici, sotto la forma del “politicamente corretto” americanoide. E’ la fabbrica della compassione.

Di conseguenza, la massa, di suo incapace di pensiero e convinzione autentiche, inizia a simpatizzare con le vittime, vere o presunte che siano.

A questo punto il gioco è fatto: la categoria vittimizzata mediaticamente diventa sempre più forte, alla fine intoccabile, e qualsiasi critica al comportamento dei suoi membri diventa dapprima oggetto di esecrazione dei nuovi benpensanti; poi addirittura (dopo apposita legislazione modificata secondo i desiderata delle vere o presunte vittime ) un vero e proprio psicoreato, un reato di opinione. Assistiamo così al paradosso di una società liberale sempre più liberticida.

A queste minoranze verranno concessi una pletora di “diritti”, che poi spesso non sono altro che i loro desideri, anche i più folli. Epperò non bisogna mai dimenticare che anche le avanguardie più velenose e sovversive di queste minoranze, di fatto sono quasi sempre uno strumento. Uno srumento per scardinare l’ordine tradizionale e imporre il nichilismo e il disordine costituito.

I veri manipolatori consapevoli sono a un livello superiore. I manipolatori consapevoli della plutocrazia d’Occidente sono relativamente pochi (e il grado di consapevolezza è variabile).

Gli utili idioti della Sovversione, in un mondo senza Dio e senza radici, sono invece una marea. Soprattutto se benestanti e istruiti.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments