Cristiani in politica: una tradizione che si rinnova costantemente

Cristiani in politica: una tradizione che si rinnova costantemente

A cura della Redazione 

DA OGGI IN LIBRERIA

“Dare un’anima alla politica” (Edizioni San Paolo 2024, 142 pagine, euro 24), con Prefazione del Cardinale Matteo Maria Zuppi, è il nuovo libro di Bruno Bignami, direttore dell’Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro della CEI e docente di Teologia morale presso la Pontificia Università Gregoriana.

Uscito in libreria oggi, 24 giugno, il libro è diviso in due parti. La prima è fondativa e mostra come il cristianesimo tocca e forma le coscienze. La fraternità ha profonde radici teologiche e si è affermata nel percorso della dottrina sociale della Chiesa. Inoltre, chi si lascia interpellare dal mistero cristiano, e lo celebra con fede, viene trasformato dal dono di Cristo e può offrire con consapevolezza al mondo il dono delle proprie aspirazioni, visioni e competenze.

La seconda parte raccoglie alcune testimonianze di vissuto o di pensiero sulla spiritualità in politica. Tina Anselmi, Maria Eletta Martini, Giuseppe Dossetti, Giorgio La Pira e David Sassoli (per giungere quindi all’attualità) raccontano, attraverso la loro esperienza in epoche diverse, differenti sfumature del rapporto tra spiritualità cristiana e politica e mostrano di aver trovato nel vangelo una comune ispirazione a prendersi cura del bene comune.

Nella prefazione il Cardinale Matteo Maria Zuppi, Presidente della CEI, ha scritto: “La lettura di queste pagine può realizzare un auspicio: che il mondo politico si lasci interpellare dalla sete di spiritualità e che il mondo cattolico sia incoraggiato a vivere la politica come ministero al servizio del Regno di Dio. Sappiamo che né i professionisti del sacro né i professionisti della politica possiamo annoverarli tra i benefattori dell’umanità. Ma sappiamo anche che è possibile per tutti occuparsi del bene comune, difenderlo, custodirlo, farlo crescere, sacrificarsi per esso perché solo così possiamo stare bene tutti”.

Ci sia permesso un dubbio sul libro. Come si può parlare di cattolicesimo in certi uomini politici se poi non hanno avuto il coraggio di prendere chiaramente le distanze dell’aborto?

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments