Gli errori sull’anima dei Testimoni di Geova

Gli errori sull’anima dei Testimoni di Geova

di Antonino Amorelli

– 

L’ANIMA PER I GEOVISTI NON ESISTE, È SOLO “SPIRITO DI DIO”

Errori

L’Anima per i geovisti non esiste, è solo “spirito di Dio”.

Risposta

Non è questione di termine, ma di significato.

L’anima di ogni uomo è immortale.

Gv 1,26: “Facciamo l’uomo…sia simile a noi, sia la nostra immagine…Dio creò l’uomo simile a sé…”.

Immagine di Dio, soffio di Dio è uguale a parte spirituale nell’uomo, cioè l’anima.

Sal 104,29: “…togli loro il respiro ed essi muoiono, tornano ad essere polvere”.

Mt 10,28: “Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non possono uccidere l’anima…”.

N.B. Il termine ebraico “Nefesc” ha un doppio significato: anima vivente ed essere vivente. I Geovisti attribuiscono lo stesso significato. Dicono: “L’anima è principio di vita per le piante, per gli animali e per l’uomo, senza differenza”. Morendo una pianta, “essere vivente” o una bestia o l’uomo, muore anche la loro anima, principio di vita.

La Bibbia fa invece differenza tra l’anima del vegetale, dell’animale e dell’uomo.

Gn 1,20: “Le acque brulicavano di esseri viventi…la terra produca esseri viventi”.

I Geovisti, invece di tradurre “esseri viventi”, traducono “anime viventi”. Nel creare l’uomo Dio usa invece un’azione diretta per il corpo e per l’anima:

Gn 2,7: “Allora il Signore Dio plasmò l’uomo con la polvere del suolo (corpo) e soffiò nelle narici un alito di vita (anima) e l’uomo divenne un essere vivente: Nefesc”, essere vivente (Persona) diversa dagli altri esseri viventi (piante e animali), tanto è vero che Dio soffiò nelle narici dell’uomo comunicando qualcosa di simile a Lui: l’anima con le doti, intelligenza, volontà e libertà che durano in eterno. Muore il corpo, il “nefesc umano”, ma non l’anima “nefesc spirituale” che sopravvive.

I TdG non credono all’eternità dell’anima, ne ammettono la distruzione e la morte. L’anima è immortale solo per i 144 mila membri del “piccolo gregge”, privilegiati di Rutherford. Per tutti gli altri non esisterà né Paradiso né Inferno, ma solo il Nulla. Eppure Gesù parla di un premio e di un castigo eterno per l’anima:

Mt 13,41-43: “…e quelli che fanno il male…nel fuoco…Invece, quelli che fanno la volontà di Dio…saranno splendenti come il sole nel regno di Dio Padre” = Eternità.

Gn 17,14

Bibbia dei Cristiani:

L’incirconciso (nefesc)…non sia più considerato parte del mio popolo…

Bibbia dei Geovisti:

E il maschio incirconciso…(nefesc-anima) deve essere stroncato…” = deve morire!

Ez 18,4

Bibbia dei Cristiani:

…Deve morire soltanto chi (nefesc) ha peccato”, cioè morte fisica.

Bibbia dei Geovisti:

…l’anima (nefesc) che pecca morrà” = morte spirituale ed eterna!

Lc 6,9

Gesù un giorno di Sabato guarisce un uomo che aveva la mano destra paralizzata e chiede ai Giudei:

Bibbia dei Cristiani:

…che cosa è permesso fare in giorno di Sabato? Fare del bene o fare del male? Salvare la vita (psichè) di un uomo o lasciarlo morire?”.

Bibbia dei Geovisti:

…che cosa…salvare o distruggere un’anima?

At 3,23

Bibbia dei Cristiani:

E chiunque (psichè) non ascolterà quel profeta, sarà estirpato di mezzo al popolo”.

Bibbia dei Geovisti:

In realtà ogni anima (psichè) che non ascolterà quel profeta, sarà completamente distrutta tra il popolo”.

Lc 23, 43

Bibbia dei Cristiani:

Gesù rispose: «Ti assicuro che oggi sarai con me in Paradiso»”.

Bibbia dei Geovisti:

Veramente ti dico oggi: sarai con me in Paradiso”.

Differenze enormi, sostanziali. Nel Testo dei Geovisti appare chiara la negazione della sopravvivenza subito dopo la morte.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments