Dio stesso ha introdotto la religione mentre i Testimoni di Geova…

Dio stesso ha introdotto la religione mentre i Testimoni di Geova…

di Antonino Amorelli

GLI ERRORI SULLA RELIGIONE DEI TESTIMONI DI GEOVA

Errori

La Religione per i TdG viene prefigurata all’antica Babilonia, all’Affarismo commerciale dell’Assiria, al Governo politico dell’Egitto faraonico. Viene, come l’O.N.U., impersonata nell’Anticristo, quindi bisogna distruggerla.

Risposta

La Religione è necessaria e naturale per ogni uomo.

Re-li-gio-ne = relegare. È il legame che ci unisce a Dio. Ci porta a seguire Dio ed amarlo al di sopra di noi stessi e del prossimo: Lc 14,26: “Se qualcuno viene con me e non ama più del…non può essere mio discepolo”. È amore fraterno: Gv 15,17: “Amatevi gli uni gli altri”. È comunità di credenti che pregano, si aiutano ed aiutano il prossimo: At 2,42: “Essi ascoltavano…l’insegnamento degli Apostoli, vivevano insieme…partecipavano…pregavano…”. Poi le manifestazioni esterne sono necessarie. L’uomo, essendo composto anche di corpo, necessita di manifestazioni esterne. È rispetto di ogni autorità religiosa e civile. Gesù e Pietro pagano le tasse: Mt 17,24.

Mt 22,21: “Date all’imperatore…ma quello che è di Dio datelo a Dio!”.

Viene vissuta dalla vera Chiesa di Gesù. Essa segue le verità che Gesù ci ha insegnato e pratica i Sacramenti da Lui istituiti. Essa si fonda sugli Apostoli e Successori, che per duemila anni ci hanno trasmesso fedelmente quello che Gesù ci ha insegnato: questi i nostri Capi. Chi sono, invece, i Capi e i fondatori del Geovismo?

Questa Chiesa è vera Comunità di fratelli: At 2,42: “Essi ascoltavano l’insegnamento degli Apostoli, vivevano insieme…partecipavano alla Cena del Signore e pregavano insieme”, pur avendo doni e funzioni diverse: Ef 4,11: “Ebbene…lui ha dato diversi doni…alcuni li ha fatti Apostoli, altri Profeti, altri Evangelisti, altri Pastori e Maestri…”. Quindi funzioni diverse, ma tutti uguali perché fratelli, partecipando alla stessa mensa, allo stesso pane: Rm 12,6. Non così per i Geovisti per i quali l’Eucaristia non è sacramento, ma solo un ricordo. Infatti si riuniscono il Venerdì Santo accanto ad una mensa per simboleggiare il sacrificio di Gesù…ma a cibarsene sono quelli che si ritengono dei 144 mila. San Paolo in I Cor 10,16: “Il calice…quando lo beviamo ci mette in comunione con il sangue di Cristo; e il pane…con il corpo di Cristo. Vi è un solo pane e quindi formiamo un solo corpo…” e tutti, senza esclusione, purché degni, siamo chiamati a cibarci di Gesù.

La religione, invece, è Dio stesso a introdurla e comanda a Mosè la costruzione del tempio, della tenda dell’alleanza, dell’arca, dei cherubini, il culto, il tempio, i sacrifici: Es 37,17-24; Lv 1,7. Infatti Gesù si reca al tempio: Gv 2,13.

I cristiani, sull’esempio di Gesù, si recano al tempio: At 2,46.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments