Sacerdote “santifica” Evita Perón: “leader spirituale della nazione e del popolo argentino”


 

Informazione Cattolica

è, e sarà sempre, gratuita. Aiutaci, se puoi, aggiungendoti ai nostri social:

FACEBOOK. CLICCA QUI
TWITTER: CLICCA QUI
YOUTUBE. CLICCA QUI
INSTAGRAM: CLICCA QUI

***

Attraverso una celebrazione blasfema, perché non permessa dalla liturgia cattolica, il sacerdote Lorenzo de Vedia ha guidato una cerimonia nella città di Buenos Aires chiedendo l’intercessione di Eva Perón, che ha definito “santa”.

Lorenzo de Vedia è parroco della Chiesa di Caacupé, nella Villa 21-24 di Barracas (Dipartimento di Buenos Aires), e ha ricevuto il riconoscimento di illustre cittadino della città di Buenos Aires.

Come si vede nel video su YouTube che postiamo, dopo aver fatto recitare un’Ave Maria ai fedeli presenti (che non hanno mantenuto le distanze richieste dalle autorità per evitare il contagio da Coronavirus) davanti ad  una edicola votiva dedicata alla Vergine dei Miracoli di Cascupé, il sacerdote ha aggiunto, in forma litanica, la richiesta di intercessione, oltre che della Beata Vergine Maria, anche di Eva Perón.

Nel novembre dello scorso anno, la Confederación General del Trabajo (CGT), il più grande gruppo sindacale argentino, aveva avanzato alla Chiesa Cattolica una petizione per chiedere la beatificazione di Eva Perón, ex first lady del paese durante la prima fase presidenziale di Juan Domingo Perón (1946 -1955), fino alla sua morte (avvenuta il 26 luglio del 1952) all’età di 33 anni.

Come è noto, María Eva Duarte de Perón, nata Eva María Ibarguren, seconda moglie del Presidente Juan Domingo Perón, è di solito indicata come Eva Perón, o con l’affettuoso diminutivo, in lingua spagnola, Evita.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments