Il cardinale Daniel DiNardo: “eliminare il peccato del razzismo dalla nostra società”


 

“In America abbiamo una trave nell’occhio per quanto riguarda il razzismo”, ha dichiarato il cardinale Daniel DiNardo, arcivescovo di Galveston-Houston, in un videomessaggio diffuso nel giorno dell’addio a George Floyd.

“Questa è una realtà difficile ma necessaria da affrontare. Non possiamo infatti risolvere un problema, finché non lo riconosciamo. Ciò include anche noi come membri della Chiesa cattolica”, ha aggiunto il porporato.

“In passato, i leader della Chiesa si sono spesso astenuti dal parlare quando sono venuti alla luce atti di violenza razziale o altre ingiustizie. Ora non più. Ci sono state molte volte in cui la Chiesa non è riuscita a vivere come Cristo ha insegnato”, ha spiegato monsignor DiNardo.

“Atti di razzismo sono stati commessi da leader e membri della Chiesa cattolica – da vescovi, clero, religiosi e laici – e dalle sue istituzioni. Di conseguenza tutti noi dobbiamo assumerci la responsabilità di correggere le ingiustizie del razzismo e di guarire i danni che ha causato. Questo è un peccato contro Dio e contro l’umanità e deve finire”, ha ricordato il cardinale.

Secondo Di Nardo “le parole non bastano, dobbiamo agire e abbiamo la responsabilità, tutti quanti, di correggere le ingiustizie e i danni che il razzismo ha causato, senza usare la violenza, come è successo nei giorni scorsi ad una minoranza, che così facendo ha spostato l’attenzione dall’urgenza delle riforme. Dobbiamo eliminare il peccato del razzismo dalla nostra società”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments