Il cardinale Burke: “Santa Gianna Beretta Molla è un modello per tutte le donne in attesa”


La santa italiana, Gianna Beretta Molla è stata «una eroica moglie, madre e medico italiano che ha donato la sua vita per permettere la nascita del bambino che portava nel grembo».

Per il cardinale Raymond Leo Burke la santa lombarda è un modello per le donne che sono in dolce attesa in tutto il mondo.

“A Magenta in Lombardia, santa Giovanna Beretta Molla, madre di famiglia, che, portando un figlio in grembo, morì anteponendo amorevolmente la libertà e la salute del nascituro alla propria stessa vita”. Così ce la ricorda il Martirologio Romano.

Il porporato americano aveva indicato l’esempio della santa italiana qualche tempo fa durante un’omelia tenuta in occasione di una Santa Messa presso la chiesa di Maria Immacolata a Farmers Branch (un sobborgo di Dallas), promossa – come atto di riparazione e di espiazione per il peccato abominevole dell’aborto – dalle associazioni “Azione Cattolica per la fede e la famiglia” e «Birth Choice».

Per il cardinale Raymond Leo Burke la decisione della Corte Suprema americana nel caso Roe contro Wade del 1973, quella che ha introdotto l’aborto negli USA, «è stata una ribellione contro Dio e la sua legge scritta in ogni cuore umano» cioè «tutelare e promuovere la vita umana dal momento del concepimento fino alla morte naturale».

 

Matteo Orlando

 

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments