Omotransfobia, alla Camera “bavaglio alle forze di opposizione”


Il gruppo della Lega alla Camera scrive al presidente Roberto Fico in merito al contingentamento degli emendamenti alla pdl sull’omotransfobia.

Il deputato Roberto Turri, capogruppo in commissione Giustizia, parla di “bavaglio alle forze di opposizione”.

La lettera è stata sottoscritta anche dai deputati Jacopo Morrone, Ingrid Bisa, Gianluca Cantalamessa, Flavio Di Muro, Riccardo Augusto Marchetti, Anna Rita Tateo, Luca Rodolfo Paolini, Manfredi Potenti e Alessandro Pagano.

“Inaccettabile che dei circa 500 emendamenti al testo unificato sull’OMOFOBIA presentati dal gruppo Lega la commissione abbia deciso di contingentarli prima portandoli a 45 poi, dopo le nostre proteste, a 90 con lassurda motivazione di dover rispettare i tempi decisi dalla Conferenza dei capigruppo, quando invece non sussiste nessuna urgenza”, dice Turri.

“Si tratta, piuttosto di una grave compromissione dei diritti delle opposizioni, soprattutto su un testo così delicato e controverso che merita un esame dettagliato ed approfondito. Per altro un provvedimento che, a differenza di un decreto legge, non scade. Quindi non si comprende quale possa essere lurgenza stabilita dalla maggioranza. Di fronte a questo atteggiamento di prevaricazione che ha volutamente messo un vero e proprio bavaglio alle forze di opposizioni abbiamo scritto una lettera al presidente Roberto Fico affinché intervenga tempestivamente a garanzia delle nostre legittime richieste”.

 

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments