Danilo Leonardi ai pastori: “fidarsi di chi ti vuole usare produce pessimi risultati”


Tra la fine di maggio e gli inizi di giugno 1931, Mussolini chiuse i circoli di Azione Cattolica (non impedì la messa con il popolo). Sostanzialmente venendo meno alle intese sottoscritte appena 2 anni prima con il Concordato. La reazione di Pio XI fu durissima. Ai Salesiani e agli Scolopi, ve­nuti il 30 e 31 maggio per fargli gli auguri di com­pleanno dichiarava: «Si può do­mandarci la vita, ma non il silenzio quando si fa scempio di quello che forma la pre­dilezione vivissima del nostro cuore…”.


La storia avrebbe dovuto insegnare ai pastori che fidarsi di chi ti vuole usare ma non ti rispetta, produce pessimi risultati. Oggi le circostanze, per molti aspetti, sono perfino peggiori di quelle di 89 anni fa. Lo stato etico delle dittature del ‘900, che aveva pur sempre al centro l’ attività dello spirito hegeliana, non era probabilmente peggiore del relativismo scientista, che nega la dignità di ogni dimensione spirituale, di questo nuovo millennio. Ma una condizioni è simile: oggi come ieri è svanita la rappresentanza politica di un movimento di ispirazione cristiana che sappia tutelare, perché sa quanto sia importante in ordine al bene comune, la libertà della Chiesa e quella dei cittadini.

 

Danilo Leonardi – Da Facebook

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments