Più forte della trombosi e dell’embolia polmonare: la storia di Marika Ciaccia


“SE MI AVESSERO DETTO, PRIMA O DOPO LA MIA MALATTIA, CHE AVREI FATTO DEL TREKKING UNO STILE DI VITA, NON CI AVREI CREDUTO. HO COMINCIATO A CAMMINARE E NON HO SMESSO PIÙ”

Di Andrea Sarra

A Marika Ciaccia avevano diagnosticato una trombosi venosa profonda e un’embolia polmonare gravemente invalidanti, ma lei è stata più forte della sua malattia: si è allacciata le scarpe e si è messa a camminare. Oggi è una scoppiettante trentenne conosciuta sui social come My Life in Trek.

«Ero una ragazzina ribelle, alla deriva, che aveva come unico scopo quello di mettersi nei guai e di sprecare il tempo. Se mi avessero detto, prima o dopo la mia malattia, che avrei fatto del trekking uno stile di vita, non ci avrei creduto. Ho cominciato a camminare e non ho smesso più. A volte il destino può prendersi gioco di te».

Più forte della malattia, più forte di tutto. La storia di Marika è di quelle che vanno raccontate, perché sono la prova vivente di come lo sport possa essere d’aiuto e la forza e la fede di una donna possano davvero fare miracoli.

In “La felicità ai miei piedi – L’avventura di una trekker per caso”, l’autrice racconta un lungo viaggio, con una scrittura semplice e diretta, narrando del Cammino di Santiago che le ha cambiato la vita, spingendola a raggiungere a piedi i 5000 metri di altezza sulle Montagne Arcobaleno del Perù.

Una storia di resilienza, di coraggio e di riscatto: «Ho iniziato a camminare a seguito di un problema fisico che ha messo in serio pericolo la mia vita e le mie gambe. È stato doloroso, ma ho scoperto che il richiamo della montagna era troppo forte, volevo andare sempre più su. Così sono guarita e non mi sono più fermata».

Marika Ciaccia ha imparato a camminare due volte: da piccola e dopo la grave trombosi venosa che l’ha colpita a una gamba. Da allora non si è più fermata. Grazie alla montagna e ai percorsi estremi ha imparato ad affrontare le sue paure, facendone un punto di forza. Ha trasformato il suo amore per il trekking in una professione: oggi è una Guida Ambientale Escursionistica e organizza trekking sulle montagne della nostra bella Italia.

Anche sui social va fortissimo e cerca di trasmettere lo stesso spirito nel suo blog My Life in Trek e sui suoi profili social. Nel 2019 Licia Colò l’ha premiata con il passaporto di Il mondo insieme.

A seguire il booktrailer del libro di Marika Ciaccia.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments