Per chi vive l’insondabile mistero della malattia e della sofferenza…


“LA SOLITUDINE NELLA FRAGILITA’… E’ CARA AL SACRO CUORE”

Di Paola Liberotti*

La Parrocchia “Santa Maria Addolorata” a Villa Gordiani – Diocesi di Roma Settore Est, in collaborazione con l’Ufficio della Pastorale Sanitaria della stessa Diocesi, presenta un interessante evento che si svolgerà i prossimi lunedì 7, 14, 21 e 28 giugno 2021 alle ore 17, presso la Sala Parrocchiale San Giovanni Paolo II: “La solitudine nella fragilità… è cara al Sacro Cuore – Per una sensibilizzazione umana e cristiana”.

Gli incontri rappresentano un vero e proprio percorso formativo, destinato a tutti coloro, giovani e adulti, che sono sensibili al mondo della malattia e della sofferenza; a quanti ne sono già coinvolti nelle varie specificità professionali, ai volontari, ai ministri straordinari dell’Eucaristia e, ovviamente, ai malati stessi.

Il contesto dove si realizzano questi momenti è quello proposto dalla Diocesi di Roma, che ha per obiettivo quello di ascoltare “il grido della città” e di porsi in una situazione di particolare attenzione per tutte le persone fragili, malate e povere.

Oltre agli incontri suddetti, è prevista l’apertura di un “centro di ascolto” specifico per quanti vivono delle difficoltà in ambito sanitario e desiderano ricevere delle informazioni e/o un’assistenza pastorale a domicilio. Già in altre Parrocchie è stato proposto questo percorso, accolto sempre con grande entusiasmo.

Tra i vari relatori che interverranno, segnaliamo: S.E.R. Mons. Paolo Ricciardi, Vescovo Ausiliare della Diocesi di Roma per la Pastorale Sanitaria (il 7 giugno); Don Luigi D’Errico, Referente del settore “disabili e catechesi” dell’Ufficio Catechistico della Diocesi di Roma (il 14 giugno).

Si tratta, dunque, di un’opportunità importante per ricevere il necessario sostegno, in primo luogo spirituale e ovviamente anche materiale, per chiunque si trovi a vivere l’insondabile mistero della malattia e della sofferenza, per sé o per i suoi cari, affinché nessuno si senta assolutamente abbandonato a se stesso o vittima dell’indifferenza.

 

* Legio Mariae – Roma

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments