Pedofili, perversi, alcolisti, drogati ecc. Nessuno dice loro “vai da Gesù”?


A DIO TUTTO È POSSIBILE! EGLI RINNOVÒ LE SUE PROMESSE E STABILÌ LA SUA ALLEANZA CON LORO

Di Padre Giuseppe Tagliareni

 

Segui Informazione Cattolica su
TELEGRAM (https://t.me/informazionecattolica),
YOUTUBE (https://www.youtube.com/channel/UC7J-wgLcG7Ztwp2LXjXGDdQ/videos),
FACEBOOK (https://www.facebook.com/informazionecattolica),
​TWITTER (https://twitter.com/infocattolica)

 

 

“Quando Abramo ebbe novantanove anni, il Signore gli apparve e gli disse: «Io sono Dio l’Onnipotente: cammina davanti a me e sii integro» (Gen 17,1). Sara, sua moglie, sapendosi sterile, gli aveva dato Agar, la schiava egiziana, da cui nacque Ismaele. Le cose così si complicarono. Dio fu benevolo anche con Ismaele e lo benedisse; ma volle che il patriarca avesse un figlio proprio da Sara. E dopo altri quattordici anni nacque Isacco, quando Abramo aveva cent’anni e Sara novanta.

A Dio tutto è possibile! Egli rinnovò le sue promesse e stabilì la sua alleanza con loro: “Stabilirò la mia alleanza con te e con la tua discendenza dopo di te, di generazione in generazione, come alleanza perenne, per essere il Dio tuo e della tua discendenza dopo di te” (v.7). Volle come segno la circoncisione di ogni maschio, cosa che sarà di tutti i discendenti di Abramo, sia nella linea di Ismaele (arabi) che nella linea di Isacco (ebrei). Questo segno nella carne significa alleanza con Dio nell’atto di generare, di dare la vita ad una discendenza.

Gesù guarisce pure i lebbrosi, radiati dal consorzio umano. Ha pietà, stende la mano e tocca il lebbroso, che sfidando le sassate delle persone sane, osa avvicinarsi e supplica: “Se vuoi, puoi guarirmi!”. Meglio prendersi le sassate, che rima nere lebbroso! Ci sono oggi, molti malati nello spirito: pedofili, perversi, alcolisti, drogati… Non c’è nessuno che dica: Vai da Gesù?


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments