Chi ha il cuore chiuso all’amore e alla verità non comprende la parola di Dio


CHI HA IL CUORE PIENO DI IDOLI O DI ECCESSIVE PREOCCUPAZIONI MONDANE, CHE SONO SPINE E SASSI, NON PUÒ PORTARE FRUTTO

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Sul Sinai, “Dio pronunciò tutte queste parole: “Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dalla terra d’Egitto, dalla condizione servile: Non avrai altri dèi di fronte a me” (Es 20,1-2).

Qui dà le Tavole della Legge: prima Tavola, i comandamenti verso Dio: 1) non avere altri dèi fuori di Lui e non farsi immagini; 2) non nominare il nome di Dio invano; 3) rispettare il sabato.

Nella seconda Tavola i comandamenti verso il prossimo: 4) onorare il padre e la madre; 5) non uccidere; 6) non commettere adulterio; 7) non rubare; 8) non dire falsa testimonianza; 9-10) non desiderare le cose del prossimo né la moglie altrui.

Dio si presenta come colui che ha liberato il popolo dalla schiavitù del faraone in Egitto. Ora propone loro un’alleanza per difenderli dai loro nemici e farli entrare nella Terra promessa ad Abramo e alla sua discendenza.

I Comandamenti sono le clausole del patto: Se voi osservate la mia Legge, io sarò il vostro alleato e voi sarete il mio popolo; questo vuol dire. Ora, la sua è una legge di santità e d’amore.

Chi ha il cuore chiuso all’amore e alla verità non comprende la parola di Dio e il demonio gliela porta via. Chi ha il cuore pieno di idoli o di eccessive preoccupazioni mondane, che sono spine e sassi, non può portare frutto. Solo chi ha un cuore umile e puro porta frutti abbondanti.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments