Ecco il modo giusto di rapportarsi a Dio


VOX DEI (IN LATINO “VOCE DI DIO”), UN COMMENTO AL VANGELO DEL GIORNO DI DON RUGGERO GORLETTI

Sabato 14 agosto 2021

Dal vangelo secondo Matteo 19,13-15

In quel tempo, furono portati a Gesù dei bambini perché imponesse loro le mani e pregasse; ma i discepoli li rimproverarono.
Gesù però disse: «Lasciateli, non impedite che i bambini vengano a me; a chi è come loro, infatti, appartiene il regno dei cieli».
E, dopo avere imposto loro le mani, andò via di là.

COMMENTO

Secondo il modo di pensare ordinario, era normale che gli apostoli sgridassero i bambini. Gesù però rimprovera a sua volta gli apostoli. Essi infatti non riprendevano i bambini perché questi erano maleducati (in questo caso sarebbe stato corretto farlo), ma solo perché non era considerato giusto che i bambini importunassero un Rabbì. Gesù ne approfitta per ricordare che, per entrare nel Regno dei Cieli è necessario fare come fanno i bambini: fidarsi del papà.

È questo il modo giusto di rapportarsi a Dio: fidarsi di Lui, ascoltare la sua parola e metterla in pratica. Quando pensiamo di fare di testa nostra, quando ci inventiamo una religione che soddisfi i nostri comodi in realtà ci stiamo inventando un «dio» che non esiste, e che quindi non ci può né aiutare in questa vita, né salvarci per la vita eterna.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments