La Vergine agiva per impulso dello Spirito Santo. Ancor di più dopo la divina concezione

Per ogni giorno di luglio Informazione Cattolica vi offre una riflessione quotidiana su San Giuseppe, Padre Putativo di Nostro Signore Gesù Cristo, scritta da Don Giuseppe Tomaselli.

Don Giuseppe Tomaselli, nato a Biancavilla (Catania) il 26 gennaio del 1902 e morto a Messina nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1989, entrò nel 1916 nella Congregazione Salesiana, venne ordinato sacerdote nel 1926 e, lungo il suo ministero, durato quasi 63 anni, fu parroco, insegnante, cappellano presso comunità religiose, esorcista, taumaturgo ed apostolo della buona stampa cattolica.

Proprio in quest’ultima veste diffuse ben 10 milioni di copie dei suoi 120 libri, testi che ancora sono molto richiesti e letti.

Le pagine che vi offriremo ogni giorno sono tratte dal libro Don Giuseppe Tomaselli, “Verginità di San Giuseppe” (1973), di proprietà dell’Istituto Teologico “San Tommaso“, Via del Pozzo, 43 – 98121 Messina, al quale il libro può essere chiesto, oppure scrivendo alla mail: dongiuseppetomaselli@gmail.com.

 

***

 

Appena la Madonna diede il suo “sì”, dicendo: Si faccia di me secondo la tua parola! – sull’istante fu invasa dalla Potenza Divina e concepì per opera dello Spirito Santo. La seconda Persona della Santissima Trinità, il Figlio Eterno del Padre Celeste, pur restando vero Dio, prese la natura umana nel seno purissimo della Vergine, senza opera di uomo.

Grande mistero! Colui che creò l’universo e che l’universo non può contenere, era contenuto nel grembo della Vergine di Nazareth, la quale divenne Tabernacolo del Dio vivente.

Gesù ha due nature, la divina e l’umana, ma è una sola persona. L’unione di due nature in una sola Persona è detta “Unione Ipostatica”.

La persona di Gesù è Divina; Colei che lo concepì divenne Madre Divina, o Madre di Dio, non per natura, ma per grazia.

Se la Vergine Santissima agiva sempre per impulso dello Spirito Santo, tanto più agiva così dopo avvenuta la divina concezione.

Naturalmente si direbbe: Sarebbe stato giusto e prudente che la Madonna avesse confidato allo Sposo Giuseppe quanto le era avvenuto. Invece conservò il segreto, certamente spinta dall’azione dello Spirito Santo.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments