A 700 anni dalla morte un’iniziativa per tornare a Dante… sulle Alpi!


IN OCCASIONE DEI 700 ANNI DALLA MORTE DI DANTE ALIGHIERI (1265-1321), LA FONDAZIONE OPERE DIOCESANE CUNEESI E L’ENTE DI GESTIONE ALPI MARITTIME PROPONE DOMANI MATTINA UN’ESCURSIONE NELLA RISERVA NATURALE DI PALANFRÈ (CUNEO) CON LETTURA MUSICATA DEL CANTO XIII DELL’INFERNO E PRANZO AL SACCO. L’ORIGINALE “ESCURSIONE DANTESCA”, CHE RIENTRA NELLE INIZIATIVE DEL PROGETTO “AMOR MI MOSSE. DANTE IN CAMMINO TRA CUNEO E LE ALPI”, PREVEDE UNA PASSEGGIATA DI QUATTRO KILOMETRI NEL “BOSCO BANDITO” AD IMITAZIONE DEL CAMMINO COMPIUTO DAL SOMMO POETA “ALLA SCOPERTA DEL SÉ”

Di Giuseppe Brienza

La Divina Commedia di Dante Alighieri (1265-1321), grazie a Dio, non smette di elevare la cultura, alimentare lo spirito e ispirare le più svariate iniziative di divulgazione da parte di tanti Italiani. Nel 700° anniversario dalla morte del Sommo Poeta, l’idea di un’escursione dantesca per ritornare ai fondamenti filosofici e biblici del suo principale capolavoro dantesco, ripercorrendo anche fisicamente il cammino di Dante alla scoperta di sé, del mondo e di Dio, merita davvero di essere sottolineata.

Tra i frutti della Lettera apostolica che Papa Francesco ha dedicato al poeta fiorentino, quindi, va annoverata a nostro avviso anche la rassegna “Amor mi mosse. Dante in cammino tra Cuneo e le Alpi” che, domani, venerdì 20 agosto, prevede come meta il bosco bandito della riserva naturale di Palanfrè (Cuneo).

Uno scenario “Di boschi e di selve” intelligentemente proposto dalla Fondazione Opere Diocesane Cuneesi e dall’Ente di Gestione Alpi Marittime.

Il programma prevede ritrovo alle ore 9.30 di fronte la Locanda L’Albergh a Palanfrè (Vernante), partenza alle ore 10 per l’escursione con Guida Parco nel bosco di faggi (il bosco “bandito”, cioè di cui è vietato il taglio) che da secoli protegge dalle valanghe la splendida borgata e che nel 1979 divenne Riserva naturale insieme ai laghi di Palafrè. A impreziosire l’agevole passeggiata di circa quattro chilometri con dislivello positivo di trecento metri, nella quale sarà possibile osservare da vicino numerosi faggi secolari, sarà la lettura con commento e accompagnamento musicale del Canto XIII dell’Inferno.

La lettura dell’attore Luca Occelli, il commento di Valter Giordano e l’accompagnamento musicale di Roby Avena (fisarmonica) e Chiara Cesano (violino) faranno respirare ai partecipanti l’atmosfera della foresta mostruosamente intricata che ospita le pene dei violenti contro sé stessi, suicidi e scialacquatori.

Nel corso dell’escursione è prevista una sosta per il pranzo al sacco, per il quale è possibile prenotare il menu degustazione (€ 20) o menu pic-nic (€ 13) a cura del Rifugio L’Arbergh (per ulteriori informazioni si può scrivere alla casella di posta elettronica: info@amormimosse.com). Oltre alla posta elettronica e al sito web www.amormimosse.com, per le prenotazioni si possono consultare anche i Social ufficiali del progetto “Amor mi mosse”: www.facebook.com/amormimosse – www.instagram.com/amormimosse.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments