Ma cosa significa Cristo?


VOX DEI (IN LATINO “VOCE DI DIO”), UN COMMENTO AL VANGELO DEL GIORNO DI DON RUGGERO GORLETTI

Il Vangelo di Venerdì 24 settembre 2021

Dal vangelo secondo San Luca 9,18-22

 

Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto». Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio». Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell’uomo – disse – deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».

COMMENTO

«Il Cristo di Dio». Questa è la risposta di Pietro alla domanda di Gesù: «Voi, chi dite che io sia?». E Pietro, diversamente dalla gente, da la risposta giusta. Il brano parallelo di Matteo ci dice che Pietro ha dato la risposta giusta perché ispirato direttamente da Dio. E allora possiamo fidarci. Ma cosa significa Cristo? È una parola di origine greca, che in ebraico si traduce Messia. Cristo letteralmente è l’unto. A noi non sembra un complimento dire che uno è unto. La parola Cristo ha la stessa origine della parola crisma, l’olio che il vescovo benedice il giovedì santo, e che viene usato per amministrare quei sacramenti che imprimono il carattere: battesimo, cresima e ordine sacro. L’olio che penetra indica il fatto che una persona è impregnata di Dio in profondità, il suo rapporto con Dio non è qualcosa di superficiale. L’olio veniva usato, ai tempi di Gesù, come medicamento: risana le nostre ferite interiori, in particolare quelle provocate dal peccato. Con l’olio si cospargevano i corpi dei lottatori, per rendersi scivolosi e sfuggire così alla presa degli avversari: indica l’aiuto che ci viene dato per sfuggire dall’abbraccio mortifero del demonio. Infine l’olio serviva come cosmetico, per apparire più belli: ci rende migliori agli occhi di Dio. Tutti questi significati sono concentrati nella parola Cristo, (o Messia, che è la stessa cosa). Ma Gesù subito precisa che dovrà soffrire, essere messo a morte e risorgere. Nessuna unzione, né quella battesimale né quella sacerdotale potrà giovarci in questa vita o nell’altra se non accettiamo di prendere la nostra croce e di seguire Gesù Cristo sulla via che ci ha indicato.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments