Consiglio scolastico mette a tacere genitori che si oppongono al porno gay


JENNIFER ROBACK MORSE (RUTH INSTITUTE): “LA PORNOGRAFIA GAY NON APPARTIENE ALLE SCUOLE. I CONSIGLI SCOLASTICI NON METTANO A TACERE I GENITORI PREOCCUPATI”

Di Angelica La Rosa

“La pornografia gay non appartiene alle scuole. I consigli scolastici non mettano a tacere i genitori preoccupati”, ha affermato il presidente del Ruth Institute, la dott.ssa Jennifer Roback Morse, Ph.D., a seguito di una recente riunione del consiglio scolastico di Fairfax, Virginia (Stati Uniti).

Una madre preoccupata, Stacy Langton, ha cercato di leggere, da un libro disponibile per i bambini nelle biblioteche scolastiche della contea di Fairfax, ma i membri del consiglio hanno cercato di spegnere il suo microfono, presumibilmente perché c’erano dei bambini presenti tra il pubblico.

La Morse ha dichiarato che si tratta di “ipocrisia. Secondo il membro del consiglio Karl Frisch, i passaggi erano troppo salaci per essere letti in una riunione pubblica per paura che i minori sarebbero stati esposti a quelle parole. Non si è posto, invece, nessun problema circa la presenza di questi libri nella biblioteca della scuola”.

Frisch non ha figli, ma secondo quanto riporta il The Daily Wire è “un uomo gay che spende gran parte della sua energia nel consiglio scolastico concentrandosi sulle questioni gay e transgender piuttosto che sull’istruzione”. Frisch ha continuato a difendere i libri e a deridere i genitori preoccupati su Twitter.

“I passaggi letti da Stacy Langton spingono alla pedofilia e sono troppo espliciti per essere ripetuti”, ha detto la Morse. “Comprendono atti di sesso orale e anale tra omosessuali, alcuni dei quali tra minori”.

Frisch ha affermato che i libri promuovono la tolleranza per gli LGBTQ+. “Questa è una scusa”, ha osservato la Morse. “In realtà, le descrizioni grafiche contenute in libri come Lawn Boy, sono tentativi non così sottili di normalizzare il sesso gay per gli alunni di quarta elementare”.

La divisione Young Adult Library Services dell’American Library Association (YALSA) aiuta a determinare quali libri vengono portati nelle scuole. Hanno consigliato Lawn Boy e altri simili. “L’American Library Association ne sa cose sulla promozione della pedofilia”, ha detto la Morse, “essendo uno dei principali sostenitori dei Drag Queen Story Hour“.

“E’ bello vedere genitori preoccupati che reagiscono. Stacy Langton e altri genitori tra il pubblico hanno rifiutato di essere messi a tacere. Possa il loro numero aumentare. Le scuole pubbliche sono campi di battaglia nella guerra alla famiglia portata avanti dalla Rivoluzione Sessuale. Le associazioni professionali come i sindacati degli insegnanti e l’American Library Association sono le truppe d’assalto della Rivoluzione”, ha dichiarato la presidente del Ruth Institute.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments