Cardinale accusa Soros (e le élite finanziarie) e lo definiscono “antisemita”!


di Angelica La Rosa

PER IL PREFETTO EMERITO DELLA CONGREGAZIONE VATICANA PER LA DOTTRINA DELLA FEDE DIETRO LE MISURE CONTRO LA PANDEMIA “C’È UN’ÉLITE FINANZIARIAMENTE POTENTE”. SECONDO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CENTRALE DEGLI EBREI DI GERMANIA, JOSEF SCHUSTER, IL CARDINALE GERHARD LUDWIG MÜLLER SAREBBE UN “ANTISEMITA”…

Il presidente del Consiglio centrale degli ebrei di Germania, Josef Schuster, ha avuto la faccia tosta di affermare che gli autori delle critiche al magnate ebreo George Soros (e alle élite finanziarie che spingono per imporre un’agenda ideologica per un nuovo ordine mondiale), siano antisemiti.

Schuster ha condannato le recenti dichiarazioni del cardinale Gerhard Ludwig Müller sulla pandemia di Covid-19. In una video intervista con il “San Bonifacio Institute” Müller aveva espressamente detto che la pandemia è stata usata per “allineare le persone” e portarle sotto un “controllo totale“. Inoltre, il prefetto emerito della Congregazione vaticana per la Dottrina della Fede aveva affermato che dietro le misure contro la pandemia c’è un’élite finanziariamente potente. “Le persone che siedono sul trono della loro ricchezza” ora vedono “un’opportunità per imporre la loro agenda“, aveva dichiarato Müller, menzionando esplicitamente l’investitore ebreo-americano George Soros.

Apriti cielo! Gli ebrei tedeschi accusano il cardinale Müller di antisemitismo e, così facendo, sembrano credere che l’atmosfera anti ebraica nel Paese tedesco (di matrice neonazista e islamica) possa essere risolta calunniando e vessando un cardinale cattolico tedesco per aver osato criticare un magnate ebreo (e ateo) e le élite finanziarie.

Ha fatto eco alle parole del presidente del Consiglio centrale degli ebrei di Germania anche il politologo Jan Rathje che ha definito le dichiarazioni di Müller come “in gran parte ideologie della cospirazione“, sottolineando che la menzione di George Soros potrebbe anche “essere interpretata come un indizio antisemita“.

Come se non bastasse, è arrivato anche il fuoco “amico”. La Conferenza episcopale tedesca ha preso le distanze dalle dichiarazioni di Müller. “Siamo rimasti sorpresi da queste teorie!”, ha commentato su Twitter il portavoce della DBK (Deutsche Bischofskonferenz) Matthias Kopp “il cardinale Müller parla – suppongo – a titolo personale“.

Sentito dalla Deutsche Presse-Agentur il cardinale Müller ha confermato l’autenticità del video e allo stesso tempo ha respinto la logica secondo cui “se qualcuno critica l’élite finanziaria, è automaticamente dalla parte sbagliata“. Ha rilanciato parlando di “un’influenza non legittimata delle élite super-ricche in vari paesi“.

Evidentemente in Germania la campagna mediatica ha già iniziato ad accusare di antisemitismo chiunque si opponga al Nuovo Ordine Mondiale (NWO).


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments