Anche Israele si sveglia: Liberman vuole cancellare l’inutile Green Pass

di Angelica La Rosa

IL MINISTRO DELLE FINANZE ISRAELIANO AVIGDOR LIBERMAN: “MOLTI ESPERTI CONCORDANO SUL FATTO CHE NON C’È LOGICA MEDICA ED EPIDEMIOLOGICA NEL GREEN PASS”

 

“Israele dovrebbe cancellare il suo sistema di Green Pass”. Lo ha dichiarato il ministro delle finanze Avigdor Liberman, dopo un numero record di più di 65mila nuovi casi di coronavirus, nonostante nel paese si stia somministrando la quarta dose. Con l’ascesa della variante Omicron, il numero di prime infezioni o reinfezioni (individui che contraggono il virus nonostante siano vaccinati o guariti) è salito alle stelle.

Liberman ha fatto le sue osservazioni poche ore dopo che, insieme al primo ministro Naftali Bennett e al ministro della Salute Nitzan Horowitz, ha affermato che più di 25 milioni di test antigenici domiciliari saranno distribuiti gratuitamente agli israeliani nei prossimi giorni.

“Molti esperti concordano sul fatto che non c’è logica medica ed epidemiologica nel Green Pass”, ha scritto Liberman su Twitter. “Quello che c’è è un danno diretto all’economia, al funzionamento quotidiano e, inoltre, un contributo significativo al panico tra la popolazione. Sto lavorando con tutte le parti per eliminare il Green Pass e preservare una routine normale per tutti noi”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments