Più di 800 attacchi anticristiani sono stati segnalati in Francia nel 2021


di Angelica La Rosa

CHIESA PERSEGUITATA OLTRALPE

Nell’ambito di uno studio in corso sugli atti antireligiosi nel paese dell’Europa occidentale, in Francia, che ha una popolazione di 67 milioni di persone, i ricercatori hanno finora identificato un totale di 1.659 atti antireligiosi accaduti lo scorso anno, di cui 857 relativi al Cristianesimo, 589 all’Ebraismo e 213 all’Islam.

Le chiese cattoliche sono spesso prese di mira dai vandali. L’Osservatorio della Cristianofobia, con sede a Parigi, documenta meticolosamente gli atti anticristiani. L’anno scorso ci sono stati anche due attacchi particolarmente gravi.

Nell’agosto 2021 il sacerdote cattolico padre Olivier Maire è stato assassinato a Saint-Laurent-sur-Sèvre, un comune nel dipartimento della Vandea, nella Francia occidentale. Nel dicembre 2021, invece, i cattolici che partecipavano a una processione mariana nella periferia occidentale di Parigi sono stati oggetto di minacce.

Anche negli ultimi anni la Francia è stata testimone di numerosi attacchi terroristici che hanno preso di mira i cattolici. Nel 2016, padre Jacques Hamel è stato ucciso da simpatizzanti dello Stato Islamico durante una messa nella chiesa di Saint-Étienne-du-Rouvray, nel nord della Francia. Un islamista ha ucciso tre persone nella basilica di Notre-Dame di Nizza (nel sud-est del paese) nel 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments