Ri-Fare cultura e ricostruire identità: torna l’AlterFestival


di Giuseppe Brienza

TORNA STASERA A CEREA, ALLE PORTE DI VERONA, “ALTERFESTIVAL: ANTIDOTI CONTRO IL PENSIERO UNICO”, LA TRE-GIORNI DI INCONTRI CULTURALI E POLITICI ORGANIZZATA DALL’ASSOCIAZIONE “IDENTITÀ EUROPEA

Avrà inizio questa sera a Cerea (Verona), nella splendida cornice del Parco di Palazzo Bresciani (via Paride da Cerea 61, ore 18), la seconda edizione di AlterFestival: antidoti contro il Pensiero Unico, l’evento contro-culturale organizzato fino a domenica prossima per scrittori, giornalisti, economisti e uomini liberi in generale che vogliano riprendersi il loro diritto fondamentale a ragionare con la propria testa.

La manifestazione, promossa anche quest’anno dall’Associazione Identità Europea, dall’assessorato alla Cultura della Città di Cerea (a guida leghista) e dalle Edizioni Il Cerchio, è stata promossa per coltivare un pensiero indipendente grazie ad argomentazioni filosofiche, politiche, geopolitiche che non accettano di esistere solo se coincidenti con le narrazioni ufficiali sostenute dal Potere contingente. In altri termini, come afferma giustamente il presidente dell’Associazione Identità Europea Adolfo Morganti, «non esiste solo il mainstream…».

I relatori di questa edizione sono, oltre al già citato Morganti, i giornalisti e saggisti Andrea Zhok, Aldo Rocco Vitale, Francesco Benozzo, Laris Gaiser, Davide Fini, Gianandrea Gaiani, Fabrizio Fratus, Francesco Borgonovo, Marcello Foa e Luigi Copertino. Fra i politici spiccano gli interventi dei deputati leghisti Vito Comencini, componente della Commissione Esteri della Camera e Lorenzo Fontana, vicesegretario federale del partito di Matteo Salvini.

Il programma dell’evento, oltre a conferenze sulle questioni più delicate e politicamente scorrette all’ordine del giorno nell’attuale fase storico-politica, vede in parallelo alcune presentazioni delle novità librarie pubblicate negli ultimi mesi da alcune delle più interessanti case editrici italiane alternative. Fra i testi proposti L’ideologia del godimento (Il Cerchio) di Fabrizio Fratus, Lo Stato di emergenza. Riflessioni critiche sulla pandemia di Andra Zhok (Meltemi ed.) e, infine, Inquisizione. Cronache dal delirio sanitario (Signs Publishing) di Francesco Borgonovo, vicedirettore del quotidiano diretto da Maurizio Belpietro La Verità.

Il sindaco della Città di Cerea Marco Franzoni (Lega) ha spiegato con queste parole l’opportunità di patrocinare ancora una volta l’iniziativa promossa da Identità Europea: «Dopo il successo di pubblico dello scorso anno, AlterFestival punta a diventare sempre di più un’occasione di approfondimento, per dare voce a pensieri anche controcorrente, in grado di generare riflessioni su quello che sta accadendo nel nostro Paese e nel mondo. Tutto questo grazie alla presenza di molti intellettuali, storici, scrittori e professori, autori, capaci con i loro interventi di stimolare un confronto critico e veramente libero, lontano dal pensiero unico spesso imposto alla nostra società dal mainstream. AlterFestival si pone, insomma, come un’occasione per guardare oltre alle visioni omologate, per spingerci a riflettere e a crescere come cittadini».

L’ingresso ad Alterfestival non necessita di prenotazioni, è libero e gratuito e, per qualsiasi ulteriore informazione, è disponibile la casella di posta elettronica: segreteria@identitaeuropea.it.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments