Tra affetto e umorismo, le storie di Carletto e di “Tretronchi”


di Matteo Orlando

ARRIVA “LA NOTTE IN CUI CARLETTO CANTÒ E ALTRE STORIE DI TRETRONCHI“, PRIMO ROMANZO DEL GIORNALISTA DI “AVVENIRE” UMBERTO FOLENA

Ogni notte, immancabilmente, il gallo Carletto cantava. Ma quella notte, e le notti seguenti, non cantò; e all’alba seguente apparivano su muri e serrande di Tretronchi misteriose lettere scarlatte…“. Il comportamento inusitato del pollo è un monito o una profezia? Fatto sta che dall’alba seguente una serie di fatti sorprendenti anima la cittadina per svariati giorni.

Il parroco don Ulisse con la sorella Elvezia, il sindaco Achille con la figlia Alice, il barbiere Tarcisio, il vecchio Bortolo e le suore Leopoldine, e i potenti del paese, Bragadin e il Cavaliere… Sono dozzine gli abitanti di Tretronchi, borgo immaginario del Veneto pedemontano, che affollano “La notte in cui Carletto cantò e altre storie di Tretronchi” (Àncora Editrice, Milano 2022, pp. 144, €13,30), il primo romanzo di Umberto Folena.

Classe 1956, giornalista, Folena è stato per oltre trent’anni inviato speciale e caporedattore del quotidiano Avvenire. Dopo aver pubblicato più di una venti libri tra biografie e saggi, adesso si cimenta con la narrativa in un’opera che è sia commedia che dramma, ma con tanta ironia e un finale aperto. I personaggi si incontrano, si scontrano e affrontano piccole e grandi imprese. Il tutto, come detto, è raccontato con affetto e tanto umorismo.

Il libro è stato presentato a Trento lo scorso 13 giugno negli spazi della libreria Àncora di via Santa Croce 35, con Folena che ha dialogato con il direttore di Vita Trentina Diego Andreatta.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments