Un lavoro, mai prima effettuato, su Papa Luciani


di Angelica La Rosa

ARRIVA “IO SONO POLVERE – GIOVANNI PAOLO I 1912-1978” (EDIZIONI SAN PAOLO), DI STEFANIA FALASCA, DAVIDE FIOCCO E MAURO VELATI

E’ uscito ieri, nelle librerie italiane, “Io sono polvere – Giovanni Paolo I 1912-1978” (Edizioni San Paolo 2022, 592 pagine, euro 39), di Stefania Falasca, Davide Fiocco e Mauro Velati. Si tratta della prima biografia di Giovanni Paolo I elaborata sulla base di una approfondita ricognizione archivistica delle fonti e di un lavoro mai prima effettuato per Papa Luciani, che si è reso possibile grazie all’avvio della causa di canonizzazione e che oggi è portato avanti dalla Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I.

Il Conclave radunato per eleggere il successore di Paolo VI era il primo dopo la conclusione del Concilio Vaticano II. Il 26 agosto 1978 Albino Luciani, di origini bellunesi, sale al Soglio di Pietro dopo un Conclave durato appena ventisei ore e un consenso quasi plebiscitario che aveva «il sapore dell’acclamazione», secondo l’espressione attribuita al cardinale belga Léon-Joseph Suenens.

Un’elezione che voleva significare la volontà di progredire nell’attuazione degli orientamenti. I cardinali avevano mirato pertanto alla qualità dirimente per un vescovo: la pastoralità. E avevano scelto Albino Luciani. Non fu dunque senza significato quella convergenza massiccia e spontanea degli elettori, per la maggior parte dei quali si trattava della prima esperienza di Conclave. Quanto basta per dire che quella scelta era stata espressione di una più lontana e attenta riflessione.

I cardinali di tutto il mondo avevano così voluto il vescovo animato dal vivo sensus Ecclesiae, e con l’inedita scelta del binomio ‘Giovanni Paolo’, Albino Luciani aveva eretto, naturaliter et simpliciter, l’arco di congiunzione di coloro che erano stati le colonne portanti del Concilio. Luciani aveva vissuto l’infanzia, maturato la formazione, svolto il suo servizio presbiterale e di vicario generale della diocesi di Belluno fino all’età di quarantasei anni. Neppure i suoi successivi impegni da vescovo di Vittorio Veneto e di Patriarca di Venezia lo avevano mai allontanato, fino all’elezione, dalla natia terra veneta. Da Belluno al Vaticano viene qui ripercorsa una vita che si è dispiegata nella storia e che, per larghi tratti, è ancora poco conosciuta.

“Questa è la prima biografia di Giovanni Paolo I elaborata sulla base di una approfondita ricognizione archivistica delle fonti. Comprovato dalle fonti e dai documenti originali e con obiettività espositiva riguardante anche snodi a volte critici e complessi, lo scandaglio dell’intero iter lucianeo schiude pertanto un ampio orizzonte conoscitivo sul periodo storico in cui egli ha vissuto, sulle problematiche sociali e le tensioni ecclesiali da lui affrontate e sulla sua vita spirituale”, ha scritto nella Prefazione il Card. Pietro Parolin. “Considerata l’importanza che ciò riveste da un punto di vista storico e storiografico, il volume rappresenta un fondamentale lavoro di ricerca e di elaborazione critica. Un lavoro mai prima effettuato per Papa Luciani, che si è reso possibile grazie all’avvio della causa di canonizzazione e che oggi è portato avanti dalla Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I”.

Gli autori del volume sono Stefania Falasca, Davide Fiocco e Mauro Velati.

Stefania Falasca, Vicepresidente e coordinatrice del Comitato Scientifico della Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I, ha conseguito il dottorato di ricerca in Italianistica con una tesi su Illustrissimi di Albino Luciani e, fino al 2017, come Vicepostulatore della Causa di canonizzazione di Giovanni Paolo I, ha diretto l’Inquisitio dioecesana suppletiva e curato la realizzazione della Positio super virtutibus.

Davide Fiocco, sacerdote della diocesi di Belluno-Feltre, nativo di Canale d’Agordo (BL), è attualmente direttore del Centro di spiritualità e cultura Papa Luciani a Santa Giustina Bellunese e dell’Ufficio diocesano per le comunicazioni e la cultura. Dal 2012 ad oggi, su incarico della diocesi, collabora con la Postulazione della Causa di canonizzazione di Giovanni Paolo I e ha curato la Positio. È membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I.

Mauro Velati, che ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia religiosa all’Università di Bologna, per la Causa di canonizzazione di Giovanni Paolo I ha collaborato nell’Inquisitio dioecesana suppletiva svolgendo ricerche presso l’Archivio storico del Patriarcato di Venezia e l’Archivio della Conferenza episcopale del Triveneto Mestre-Zelarino. È attualmente membro del Comitato scientifico della Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments