Sessualità, in Tennessee una legge difende l’ovvio e si ricomincia a rispettare la biologia e la natura

di Angelica La Rosa

IL DISEGNO DI LEGGE SB 1440, CHE ENTRERÀ IN VIGORE IL 1° LUGLIO 2023, DEFINISCE IL SESSO COME BINARIO (O MASCHILE O FEMMINILE), QUINDI SECONDO LA BIOLOGIA

Il governatore del Tennessee, il Repubblicano Bill Lee, ha firmato due leggi che definiscono il sesso come binario e biologico nella legge statale e impediscono agli insegnanti di essere costretti a impegnarsi nell’ideologia di genere in classe.

In particolare il disegno di legge SB 1440 modifica il Tennessee Code per includere una definizione statale di sesso, contrastando l’idea che gli esseri umani possano scegliere se essere maschio o femmina, ignorando totalmente la realtà biologica.

“Con ‘sesso’ si intende il sesso biologico immutabile di una persona determinato dall’anatomia e dalla genetica esistenti al momento della nascita e dalle prove del sesso biologico di una persona”, afferma il disegno di legge. La “prova del sesso biologico di una persona” include, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, un documento di identità rilasciato dal governo che rifletta accuratamente il sesso della persona sul certificato di nascita originale.

Questa riporta il disegno di legge che entrerà in vigore il 1° luglio 2023. La legge SB 466 sfida, invece, anche l’ideologia di genere vietando agli insegnanti di essere obbligati a usare i “pronomi preferiti” di uno studente se non corrispondono al loro sesso biologico. Il disegno di legge afferma che “gli insegnanti e i dipendenti delle scuole pubbliche e delle LEA [agenzie educative locali] non perdono i loro diritti costituzionali alla libertà di parola o di espressione durante il lavoro”, dando loro il diritto di rifiutarsi di usare pronomi per identificare gli studenti. Inoltre, la legge afferma che un insegnante o un impiegato scolastico “non dovrebbe mai essere costretto a dichiarare una convinzione con cui non è d’accordo”.

La legge, entrata in vigore dopo la sua firma nei giorni scorsi, stabilisce che i dipendenti del sistema educativo non sono tenuti “a usare il pronome preferito dello studente quando si riferiscono a lui se il pronome preferito non corrisponde al sesso biologico dello studente” e non sono responsabili civilmente “per l’uso di un pronome che corrisponda al sesso biologico dello studente a cui si riferisce l’insegnante o il dipendente, anche se il pronome non è quello preferito dallo studente”. Inoltre, coloro che rifiutano di utilizzare pronomi per uno studente che contraddicono il proprio sesso non possono essere “oggetto di un’azione disciplinare per mancato uso del pronome preferito dello studente”.

Le due leggi sono gli ultimi esempi delle azioni intraprese dal Tennessee per combattere l’ideologia di genere e il suo attacco ai bambini vulnerabili e alla libertà individuale. L’anno scorso, il governatore Lee ha firmato una legge che vieta ai transgender nati uomini di competere contro le donne negli sport universitari. A marzo ha firmato una legge che proibisce ai minori di sottoporsi a bloccanti della pubertà, ormoni transgender e interventi chirurgici per le cosiddette “transizioni di genere”, e che proibisce loro di partecipare a eventi sessuali come i drag show.

Che dire? La natura non si contraddice e Dio ha disposto che in questa realtà temporanea (terrena) ci siamo solo due sessi biologici, quello maschile e quello femminile. La biologia e la medicina nella sua fase embriologica hanno dimostrato che esiste un sesso genetico, cromosomico, ormonale, differenziato alla nascita e alla pubertà con caratteri sessuali secondari.

È una realtà che non può essere cambiata e i governi dovrebbero proteggere tale realtà. La logica e la scienza sono la prova dei fatti reali. In particolare tutti i cattolici dovrebbero lottare per difendere la nostra identità di uomini e donne e il nome che caratterizza i sessi alla nascita. Il genere, come identità psichica, corrisponde all’essere maschile e all’essere femminile.

Educare nella Verità, e non alle ideologie, che distruggono l’essere umano, maschio e femmina, ragazzi e ragazze, è una missione improcrastinabile.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments