Alle madri l’aborto viene presentato come l’unica risposta…

di Maria Rachele Ruiu

TANTI INGENERANO PAURE NELLE DONNE PER UNA GRAVIDANZA INASPETTATA O DIFFICILE

Oggi in Italia non esiste alcuna donna che sia stata costretta a partorire per inapplicazioni dell’iniqua legge 194, ma sono ancora tante, troppe, le madri costrette all’aborto perché viene presentato loro come unica risposta alle comprensibilissime paure scatenate da una gravidanza inaspettata o difficile.

E’ necessario che tutta la società, dal cittadino, fino al governo, si faccia vicino alle donne quando in difficoltà, per sostenerle nel diritto a non abortire: nessuna donna, se messa davvero in condizione di scegliere, vorrà mai uccidere il proprio figlio.

Nei giorni scorsi, nella sede di Pro Vita & Famiglia, si è svolta ancora una nuova edizione del progetto “Un Dono per la Vita” con cui abbiamo aiutato 10 mamme in difficoltà economiche e sociali, regalando loro un Kit Trio con passeggino, culla e ovetto, pannolini, biberon e ciucci. Il nostro è un piccolo grande messaggio di speranza e anche un appello alla politica: costruiamo una società che sostenga e festeggi quando da una gravidanza inaspettata sorge e splende la vita anziché la morte, una società, cioè, dove si moltiplica l’amore, seppur nelle difficoltà.

Guardiamo con speranza alla prossima legge di Bilancio, che verrà discussa a breve in Parlamento, sperando di trovarci uno sforzo rivoluzionario che investa sulla natalità, che preservi il diritto delle donne di non abortire, e sostenga una conciliazione tra famiglia e lavoro, che metta madri e padri in condizione di accogliere i figli.

Lo chiediamo noi e lo chiedono gli italiani, come emerso da un sondaggio condotto per Pro Vita & Famiglia da Noto Sondaggi: ben il 76% dei cittadini pensa infatti che lo Stato dovrebbe dare più aiuti sociali, economici e psicologici alle donne per offrire alternative all’aborto. Il 71% ritiene che lo Stato dovrebbe riconoscere la maternità come valore sociale e il 57% degli italiani pensa che la maggior parte delle donne sia indotta o costretta ad abortire, per mancanza di alternative valide. La Vita è sempre una bellissima notizia per tutta la società, e l’Italia lo sa.

* Membro del direttivo di Pro Vita & Famiglia onlus

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments