L’ambasciatore Jozef Mikloško: “La famiglia, composta da madre, padre e figli, non è tutelata né in Italia né in Europa”

a cura della Redazione

CONOSCIAMO I COLLABORATORI DI INFORMAZIONE CATTOLICA

Sulla falsariga del famoso “Questionario di Proust”, la redazione ha rivolto delle domande curiose a Jozef Mikloško, collaboratore di InFormazione Cattolica e Geopolitica Quotidiana.

Il dottor Jozef Mikloško è stato uno scienziato presso l’Istituto di cibernetica tecnica dell’Accademia delle scienze slovacca dal 1963-1990. Mikloško, durante il totalitarismo comunismo, ha preso parte ai lavori della Chiesa cattolica sotterranea e nel 1989 era entrato a far parte del Movimento Democratico-Cristiano, diventandone vicepresidente per gli affari esteri. Nel 1990-1992 Mikloško è stato vicepresidente del governo federale dell’ex Repubblica federale ceca e slovacca, membro del parlamento slovacco (1990/91), del parlamento federale (1992) e avvocato dell’ufficio del presidente della Repubblica slovacca (1993/95). In seguito, dal 1995 al 2000 Mikloško è stato segretario della Commissione Iustitia e Pax della Conferenza episcopale slovacca, presidente della Fondazione per la protezione della vita, della famiglia, dell’istruzione, della cultura e dei diritti umani, dal 2000 al 2005 ambasciatore Slovacco a Roma, dal 2012 al 2016 è stato eletto come deputato al Parlamento slovacco dove,  in 4 anni, ha fatto ben 615 interventi. Attualmente Mikloško è membro dell’Associazione degli scrittori slovacchi, ha pubblicato con successo otto libri autobiografici, e gestisce un sito web e un blog.

Una persona famosa che si avvicina al tuo ideale… “Karol Wojtyla, Emil Zátopek, Konstantin Georgievič Paustovskij”.

Una tua fobia… “Il Comunismo, il Fascismo e il capitalismo duro. Lenin, Stalin e Hitler”.

La materia più amata e quella più odiata da studente… “La più amata era la Matematica, la più odiata storia del socialismo e del comunismo”.

Una cosa che hai sempre voluto fare e non hai mai fatto… “mettere ordine nel mio ufficio-studio”.

Quale è la tua più grande passione? “Lavorare come scrittore, solo a casa”.

Qual è il tuo motto? “Veci a činy, ak nie sú napísané, zahalí tma a padnú do hrobu zabudnutia, avšak napísané, akoby znova ožili (Ivan Bunin – nositeľ Nobelovej ceny za literatúru v r. 1933). In italiano si può tradurre così: Le cose e le azioni, se non scritte, vengono coperte dall’oscurità e cadono nella tomba dell’oblio, ma scritte, sembrano rivivere”.

Un oggetto al quale sei particolarmente legato… “Molti libri e l’internet di famiglia”.

Il film più bello che hai visto… “Dottor Živago e Volare – la Grande storia di Domenico Modugno”.

Il tuo programma tv preferito… “Non ho un programma tv preferito. Seguo molto il calcio e l’atletica leggera”.

Il cantante (o gruppo musicale) preferito… “Queen, Freddie Mercury”.

Il tuo sport preferito… “Calcio, atletica leggera, ping pong”.

Il tuo piatto preferito e quello che proprio “non digerisci”…  “Spaghetti con il vino Manduria”.

Lo Stato del mondo in cui ti piacerebbe vivere… “Slovacchia (Nitra) e Italia (Roma)”.

Tra i vari problemi del mondo qual è quello che ti dà più fastidio? “Guerre, sfruttamento dei poveri da parte dei ricchi, manipolazione dei media”.

Per informarti cosa gradisci… (indica un sito e/o un quotidiano e/o un periodico)
“Molti siti web, le bacheche e le notizie di Facebook, molti blog personali”.

Che personaggio storico ti piacerebbe essere?
“Marco Aurelio, Giovanni Paolo II, Michail S. Gorbačov”.

Il tuo massimo sogno di felicità… “La gioia di una famiglia numerosa che conta 34 membri”.

Hai tatuaggi e/o piercing? “No”.

Un ricordo bello legato alla tua infanzia… “Sono moltissimi. Ne ho parlato nel mio primo libro “Top secret – Come eravamo giovani”, scritto nel 1995”.

Pro e contro l’aborto e perchè…
“Non c’è niente che può andare a favore dell’aborto, tutto è contro la legge di Dio”.

Pro o contro l’eutanasia e perchè… “Dio è il Signore della vita”.

Pro o contro la legalizzazione delle droghe chiamate leggere e perchè… “Sono assolutamente contrario alla legalizzazione di qualsiasi droga”.

Credi nella vita su altri pianeti? “No”.

Che cos’è per te la famiglia. E’ sufficientemente tutelata in Italia?
“La famiglia è la base di una vita felice. È composto da madre, padre e figli. Non è ben tutelata né in Italia né in Europa”.

Cosa pensi della credenza orientale chiamata reincarnazione?
“Non ci credo assolutamente”.

Credi in una forma di vita dopo la morte terrestre (per esempio Paradiso, Inferno, ecc.)?
“So che è vera. Spero che l’inferno non duri per sempre”.

Credi negli angeli?
“Sì, soprattutto credo un angelo custode personale”.

Chi è per te Gesù Cristo?
“Un Dio che ci conosce per nome e ci ama moltissimo”.

Credi che possano verificarsi dei miracoli?
“Sì, ancora oggi hanno luogo, anche se non sono necessari per aver fede”.

Qual è il senso della tua vita? Come vorresti spenderla nel mondo?
“In prima elementare abbiamo imparato che il senso della vita è conoscere Dio, amarlo e servirlo per poi goderlo in paradiso. È così. Ma devi prenderti cura della tua famiglia, fare del bene e aiutare le persone in difficoltà. In un tempo breve della vita, con un passato sempre più lungo e un futuro sempre più breve, vorrei diffondere la consapevolezza che con la morte la vita non finisce, ma cambia soltanto”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments