L’attore cattolico Kevin James denuncia l’eutanasia

di Angelica La Rosa

LA DENUNCIA ANCHE NEL SUO NUOVO SPECIALE COMICO SU AMAZON PRIME

Il comico e attore cattolico Kevin James ha criticato apertamente l’eutanasia, condividendo aneddoti comici che evidenziano la sua posizione di fiducia esclusivamente nella volontà di Dio per determinare il destino umano e il fine vita.

La denuncia del comico cattolico è arrivato nel corso della commedia speciale “Irregardless” che è possibile trovare su Amazon Prime.

“Stanno uccidendo persone che non hanno bisogno di morire”, ha detto James all’inizio dello sketch. Ha continuato raccontando la storia di una donna che “ha ripreso a respirare pochi istanti dopo che la sua famiglia l’ha disconnessa”, scherzando su come ciò avrebbe portato a “una conversazione piuttosto imbarazzante”.

“Solo Dio mi disconnette”, ha detto James tra gli applausi. “Lo dico sempre alla mia famiglia. Mi ha creato e solo lui può portarmi fuori quando vuole”.

Purtroppo gli scenari pro-eutanasia da lui descritti ironicamente sono sempre più comuni nelle moderne strutture sanitarie, e non solo in luoghi come Canada, Olanda e Spagna, dove il suicidio medicalmente assistito è legale. Alcune segnalazioni hanno contribuito a rivelare come alcuni hospice statunitensi hanno ucciso segretamente i loro pazienti per mantenere il flusso di cassa.

Le leggi sul suicidio assistito sono ora sul tavolo in 10 stati degli Stati Uniti, tra cui Florida, Indiana, Iowa, Massachusetts, Michigan, Missouri, New Hampshire, New York, Pennsylvania e Wisconsin. La china scivolosa dell’eutanasia legale è evidente in Canada, dove l’Assistenza medica ai morenti è già offerta non solo ai malati terminali, ma anche ai poveri, ai senzatetto, ai disabili e persino ai veterani con disturbi mentali e stress post-traumatico.

Sebbene James sia più conosciuto per i suoi sciocchi ruoli hollywoodiani che per la sua fede cattolica, tuttavia sui media ha espresso il suo modo di “glorificare Dio” con il suo lavoro. “Voglio glorificare Dio in ogni modo”.

L’attore ha ospitato nel 2019 l’esorcista padre Chad Ripperger e il teologo e autore cattolico Scott Hahn. In quella occasione James ha servito come ministrante una messa latina tradizionale offerta da padre Ripperger.

La famiglia di Terri Schiavo, che è stata soppressa dal marito dopo un incidente che ha causato danni cerebrali, ha applaudito le battute anti-eutanasia di James.

Bobby Schindler, fratello di Schiavo, ha commentato: “È piacevole sentire qualcuno da Hollywood parlare a nome dei nostri medici indifesi, soprattutto in questa cultura pro-morte. In effetti, siamo stati desensibilizzati rispetto alla dignità di coloro che vivono con lesioni cerebrali come Terri, gli anziani e altri in situazioni di vulnerabilità medica in cui scegliere la morte è ora la soluzione per curare queste persone, una scusa falsa e fuorviante per la cosiddetta ‘compassione’. Dio benedica Kevin James. Nei pochi minuti in cui è durato il segmento tv, James ha coraggiosamente evidenziato una questione scottante che la maggior parte degli attori avrebbe evitato nel loro ambiente politico corretto”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments