Aiutateci ad andare in missione

di Matteo Orlando

GIOVANI MISSIONARI CHIEDONO AIUTO AI LETTORI DI INFORMAZIONE CATTOLICA. ATTRAVERSO PAYPAL È POSSIBILE DONARE CLICCANDO QUI

Elisa Carciu, diciottenne studentessa di Economia, Finanza e Marketing presso una Scuola Secondaria di Secondo Grado del Veneto, unitamente ad altri coetanei, desidera partecipare in questa estate 2024 ad una missione di volontariato all’estero. Nell’intervista che segue ci racconta i progetti cristiani di questi giovani e le iniziative che stanno organizzando per raccogliere fondi.

Elisa, nel tempo libero dalla scuola lavora già da più di 3 anni e si alleno quasi tutti i giorni perché ama lo sport, ama mettersi alla prova, essere sempre mentalmente e fisicamente impegnata, per sentirsi forte e utile. Intervistarlo abbiamo percepito l’amore per la natura, i paesaggi, il mare, le stelle e l’arte. Si è mostrata una persona molto sensibile, che mette a cuore anche le più piccole cose. Abbiamo notato che la superficialità la infastidisce, non ama dare le cose per scontate e non sopporta la perenne insoddisfazione delle persone. “Non vedo l’ora di lasciare un Mondo Occidentale così vuoto spiritualmente per vivere un’esperienza difficile ma di puro amore e felicità”.

Vi state preparando per svolgere una missione estiva all’estero. Ci può parlare di dove intendete recarvi e in quali date?

Io ed altri 3 miei amici quest’estate vorremmo partecipare ad una missione di volontariato all’estero. Ci sono diversi progetti: in Brasile per accogliere ragazzi di strada, in Egitto per insegnare l’italiano, in Madagascar o in Perù in campi lavoro e di assistenza personale e familiare. Partiremo tutti in missioni diverse. Io, in particolare, spero di riuscire ad andare in Madagascar dal 1 al 22 Agosto. Queste missioni sono organizzate dalla chiesa salesiana Don Bosco di Venezia Mestre attraverso il progetto Mato Grosso.

Che tipo di missione volete svolgere?

Nel mio caso, essendo in un campo lavoro, l’attività principale della missione sarà la costruzione di infrastrutture, in particolare un oratorio. Queste missioni però comprendono anche l’instaurazione di un rapporto a livello umano e amichevole con i bambini e con gli adulti che incontreremo lì, attraverso animazione e giochi organizzati nelle ore non lavorative. Un’altro punto importante è instaurare un rapporto anche a livello assistenziale, fornendo tutto l’aiuto di cui hanno bisogno. In poche parole si tratta di vivere insieme e al 100% le loro condizioni precarie e di povertà e la loro quotidianità basata sul lavoro.

In quanti giovani partirete e come vi state preparando all’evento?

L’anno scorso eravamo una trentina di giovani pronti a partire in missione abbandonando tutte le lussurie a cui siamo abituati. Quest’anno, con grande sorpresa, ci siamo triplicati. Dato il grande numero di volontari partiranno 2 gruppi per ogni missione, entrambi composti da 7/12 persone. Per prepararci all’evento una volta al mese ci incontriamo a Mestre dove dalle 9 alle 12/13 facciamo varie attività di conoscenza, condivisione e organizzazione. Questo mese in particolare passeremo il weekend del 20/04 e 21/04 interamente insieme. In vista della partenza Don Fabio e Suor Silvia durante queste giornate ci metteranno anche alla prova per essere sicuri che nessuno si tiri indietro.

La missione ha un costo. I nostri lettori che vogliono contribuire come possono aiutarvi economicamente?

Dati gli altissimi costi dei viaggi, io e altri volontari abbiamo optato per l’autofinanziamento. Abbiamo iniziato piantando piantine e preparando dolci, torte e muffin da “vendere” ad offerta libera davanti alle parrocchie. Stiamo riscontrando però un po’ di difficoltà nel trovare i parroci con cui accordarsi e parrocchie con date disponibili non occupate già da altri progetti come quelli degli scout. Per avere qualche appoggio e qualche sicurezza in più abbiamo pensato di portare il progetto anche nelle scuola dove chiediamo una mano d’aiuto. I costi per la partenza a persona sono compresi tra i 1.500€ e i 2.500€. Io e i miei amici però vorremmo avere anche una somma da poter donare al nostro arrivo alle varie comunità in difficoltà. Nel mio gruppo di volontari, essendo in 4, con missioni tutte differenti, ci siano posti come obiettivo di arrivare a raccogliere la somma di 10.000€. Chi ci volesse aiutare può mandare la sua donazione missionaria al seguente IBAN: IT28V3287501600N22758190015.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments