Un’opera grandiosa dedicata ai gloriosi Santi martiri romani

di Paola Liberotti

TRILOGIA DEI MARTIRI DI ROMA


Esce in questi giorni il primo volume della trilogia “Martiri di Roma” di Michael Lapidge (Mondadori Editore, pagg. 544, euro 50). Si tratta di un’opera grandiosa dedicata ai gloriosi Santi romani sul cui sangue è stata edificata la Santa Chiesa: i loro nomi sono da secoli ricordati nel Canone Romano della Santa Messa, nonché in tante delle antiche basiliche ancora esistenti nella Città Eterna. I tre libri dedicati dall’Autore a questi Santi, taluni celeberrimi, altri molto meno conosciuti, contengono quaranta “passiones martyrum” latine (antichi testi narrativi) di donne e uomini martirizzati nei primissimi secoli, sino alla “Pace della Chiesa” del 312-313 e dopo.

Questo primo volume, in particolare, ci presenta le Sante Felicita e Anastasia; i Santi Crisogono e Sebastiano; Santa Cecilia; San Clemente Papa; i Santi Sisto, Lorenzo e Ippolito; San Cornelio Papa; i Santi Nereo e Achilleo. “Martire” vuol dire “testimone”, e tutti i protagonisti dei tre volumi hanno dato testimonianza della loro Fede sino alla morte. Poiché le “passiones” sono state composte molto tempo dopo gli eventi che raccontano, la loro veridicità storica è abbastanza relativa; nell’oscurità che l’avvolge, in ogni caso, questa prima narrativa agiografica ci fa comunque intravedere squarci della vita e della società romane, permettendo al lettore di comprendere come il Cristianesimo dei primi secoli si stesse diffondendo all’interno delle varie classi sociali, il modo in cui venivano condotti i processi e le torture che essi comportavano, ma rivela soprattutto l’eroica e commovente testimonianza di Fede originaria.

Ecco perché in un’epoca come la nostra, dove il progressivo raffreddamento e abbandono della Religione Cattolica è ormai all’ordine del giorno!, le drammatiche storie dei Martiri legati all’Urbe offrono tuttora esempi di grandezza inarrivabile, aiutandoci a rafforzare e difendere la nostra Fede contro un mondo sempre più ostile.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments