Coronavirus, don Mario Pieracci: “Chiesa silenziosa, asservita al Governo”

15

 

“Questo esecutivo anti cristiano vuole ridurre la Chiesa ad un fatto privato, eliminandola come fenomeno pubblico, una Chiesa del silenzio, stile Cina”.

Così ha dichiarato a La Fede Quotidiana il noto prete-opinionista don Mario Pieracci.

“Mi sembra elementare che dopo questa pandemia la Chiesa in Italia non sarà quella di prima. Tutto ciò è stato causato, me ne assumo le conseguenze, dalla totale incapacità di chi guida la Cei a farvi fronte. Colui che la comanda ha accettato ogni cosa supinamente, senza colpo ferire, una Chiesa talmente silenziosa che nessuno ormai la ascolta, asservita al Governo. Noi non chiediamo nulla di particolare, solo di essere preti, di fare liberamente i preti . Il Governo ha concesso la celebrazione del 25 Aprile, ma non le messe col popolo. Noi ce ne ricorderemo, però la colpa non è dei partigiani, ma della Cei che non ha alzato la voce e non si è fatta valere. E abbiamo avuto due pesi e due misure”.

Secondo don Pieracci “La gente ha diritto alla messa e ad andare in Chiesa senza trovare ostacoli. Qui stiamo assistendo, poco alla volta, alla soppressione della Chiesa cattolica da parte del governo e di una legislazione autoritaria che ci toglie le facoltà e le libertà, ma noi non protestiamo, ci stiamo abituando. Dal canto suo, la Chiesa ha smarrito qualsiasi autorità morale, la Cei ha accettato tutto passivamente e sottomessa qualsivoglia determinazione. Mi domando: perché è possibile fare la coda al supermercato e dunque un assembramento, però dieci persone in chiesa non possono stare?”.

Leggi tutta l’intervista su La Fede Quotidiana.

 

AGGIUNGITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. CLICCA QUI

 

AGGIUNGITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE. CLICCA QUI

15 thoughts on “Coronavirus, don Mario Pieracci: “Chiesa silenziosa, asservita al Governo”

  1. Perche’ un prete si permette di sobillare il popolo di Dio..forse perche’gli manca la scena della televisione ?Dio non e’ in ogni luogo?Abbiamo la messa del Papa tutte le msttine e tante altre in tv e sui social…Dio non ci lascia mai soli..finira’ questa pandemia e torneremo nelle Chiese…

  2. Io sono scontento di questo aspettare di partecipare alla Santa messa chiedo con tutto il cuore affrettatevi voi Vescovi ad far sentire la vostra voce di far riaprire le Chiese con il popolo .

  3. Anch’io voglio alzare la voce e dire che non mi è andato bene tutto queato. Non voglio che si creda che a tutti i cattolici. Italiani è andato bene la sospensione delle Ss. Messe, dei riti pasquali e soprattutto, vergogna delle vergogne, impedire i FUNERALI

  4. Sono molto rattristara da questa astinenza di comunita’ astinenza di ricevere i Sacramenti…. Credo si debva attenersi alle regole dettate dal vivere sociale.x salvaguardare la ns. SALUTE. MA PENSO che non potrà andare sempre . E TEMPO DI PENSARE CHE LA chiesa non deve essere virtuale.. ma abbiamo bisogno di sentirci comunita pir rispettando parametri di sicur.

  5. Chi non è cattolico non può giudicare. Un conto è ls messa in televisione un conto è ricevere i sacramenti che per i non cattolici non servono. Adesso tirano pure fuori che chi manifesti di ottenere le ss. MESSE pubbliche è o fascista o sovranista.

  6. Carissima Fiorella, non perli da vera cristiana. Se per questo anche mia madre la posso sentire vicina ma non è lo stesso quando la vedo. Poi io non mi permetto di dare affermazioni riguardo DIO se non conosco la sua Parola. E colpa anche nostra Don Mario Pieracci. Io mi sento ferita e non volevo che tutti si rassegnassero. Ma forse è anche comprensibile, la gente è impaurita non sanno che hanno i loro obiettivi. Che nostro SIGNORE GESÙ CRISTO ci possa perdonare perché ancora una volta abbiamo trafiletto il suo amabilissimo cuore

  7. Purtroppo la Chiesa è in ritirata su tutti i fronti. Il progetto è molto chiaro: eliminare pian pianino tutti gli ortodossi della fede cristiana per adeguarla al mondo e cioé a satana. I santi hanno più volte rivelato di Papi e vescovi che bruciano sotto i piedi del diavolo all’inferno, ma questo non si deve saper negando addirittura l’esistenza dell’inferno.
    p.s. Fiorella Leonardo non ci andare più in chiesa a corrompere con le tue idee i veri cristiani, quando te ne vorrai pentire, forse sarà troppo tardi. Con DIO non si scherza, altro che politica e fregnacce varie.

  8. Io ho una visione diversa di tt questa pandemia. Se i.tabacchi possono aprire, le poste pure, fare file chilometriche ai supermercati. Detersivi ecc..in chiesa no. Evidentemente c e qualcosa sotto che puzza e si inizia a sentire….

  9. Anche se in un angolino delle nostre case la preghiera è sempre bene accetta a Gesù. Io credo che anche se fossero aperte le chiese,
    nessuno ci sarebbe andato perché non è una cosa da niente questo
    virus. che tanti morti sta ancora seminato. I preti qualche anno fa dicevano messa da soli perché nn ci si poteva dare neanche la mano, vi ricordate della sars ? Ebbene questo virus è più potente e io credo che nn si debba criticare come al solito. Prego molto x conto mio e partecipò alle messe in TV de Papa e tutte le coroncine. Buona sera e buona preghiera a tutti. Dio ci protegga e Maria ci guidi sempre verso il suo Gesù. ❤️🙏

  10. Chiediamo con forza ai vescovi di consentire a noi cattolici di partecipare alla s.Messa domenicale.Non possiamo piu vivere senza la s.Messa domenicale,mi manca tantissimo la santa Messa non si può vivere senza i Sacramenti soprattutto non possiamo vivere senza Gesù nel Santissimo Sacramento dell’Eucaristia che si celebra nella s Messa.Chiediamo ai vescovi italiani l’apertura delle ns chiese per la celebrazione delle s.Messe..abbiamo bisogno di Gesù che ci aiuti ad affrontare le difficoltà della vita..Lui nel Santissimo Sacramento e’ la nostra forza

  11. Chiediamo con forza ai vescovi di consentire a noi cattolici di partecipare alla s.Messa domenicale.Non possiamo piu vivere senza la s.Messa domenicale,mi manca tantissimo la santa Messa non si può vivere senza i Sacramenti soprattutto non possiamo vivere senza Gesù nel Santissimo Sacramento dell’Eucaristia che si celebra nella s Messa.Chiediamo ai vescovi italiani l’apertura delle ns chiese per la celebrazione delle s.Messe..abbiamo bisogno di Gesù che ci aiuti ad affrontare le difficoltà della vita..Lui nel Santissimo Sacramento e’ la nostra forza

    1. I motivi di non celebrare messe con fedeli sono tanti,la situazione che stiamo vivendo è ancora critica ci sono tutti i giorni nuovi contagi. Poi come si fa a scegliere le persone che devono entrare in chiesa,tutti hanno diritto di entrare.io penso che in questo momento dobbiamo avere ancora piu fede e pregare affinché questa pandemia finisce.Il Signore lo sa che non dipende da noi .Io mi chiedo solamente tutte queste persone che vogliono far riaprire le chiese ma ancor prima andavano in chiesa?Perché i preti di sono sempre lamentati che la gente non andava a messa,preferiva fare una passeggiata anziché andare ad ascoltare la messa. Boh!Non si capisce niente.Io da credente ascolto solo Papa Francesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

L'Osservatore Romano, scarica gratis l'edizione quotidiana del 26 aprile 2020

Dom Apr 26 , 2020
  L’Osservatore Romano, l’edizione quotidiana del 26 aprile 2020 Scarica gratis QUI