Torna a parlare Benedetto XVI: “chi si oppone a matrimoni gay e aborto viene scomunicato dalla società”


Il Papa emerito Benedetto XVI è tornato, in qualche modo, a parlare. Le riflessioni di Joseph Ratinger cominciano ad arrivare come anticipazioni di un’opera biografica di Peter Seewald, il giornalista che aveva già intervistato il Papa emerito nel libro “Ultime conversazioni”.

Il blogger Sabino Paciolla ha anticipato una riflessione di Benedetto XVI molto interessante. Ecco le sue parole: “La vera minaccia per la Chiesa, e quindi per il ministero petrino”, secondo Papa Ratzinger risiede “nella dittatura mondiale di ideologie apparentemente umanistiche, contraddicendo le quali si resta esclusi dal consenso sociale di fondo. Ancora cento anni fa, tutti avrebbero considerato assurdo parlare di matrimonio omosessuale. Oggi chi vi si opponga viene scomunicato dalla società. Similmente stanno le cose per l’aborto e la produzione di esseri umani in laboratorio. La società moderna sta formulando una fede anticristica, cui non ci si può opporre senza essere puniti con la scomunica sociale. È quindi più che naturale avere paura di questa forza spirituale dell’Anticristo e ci vuole davvero l’aiuto della preghiera di un’intera diocesi e della Chiesa universale per opporvi resistenza”.

Leggi qui l’intero articolo pubblicato da Paciolla

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments