Il prossimo passo sarà svuotare i musei europei dei capolavori del periodo coloniale

Ve lo avevo detto che dovremmo chiudere i musei per salvare statue e dipinti.

La statua di Theodore Roosevelt (ventiseiesimo presidente degli Stati Uniti e premio Nobel per la pace) davanti al Museo di storia naturale di New York verrà rimossa.

Stavolta ad abbatterla non saranno dei fanatici della strada, ma i fanatici che dirigono il museo.

Il prossimo passo sarà svuotare i musei europei dei capolavori del periodo coloniale.

C’è la statua di Nefertiti del Museo Neues di Berlino, i marmi del Partenone al British Museum di Londra, il museo parigino del Quai Branly pieno di opere d’arte africane, per citarne solo alcuni.

Questa ondata di odio di sè ci farà restare in mano soltanto i cocci del nostro passato e della nostra cultura.

 

GIULIO MEOTTI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Lo scrittore algerino Kamel Daoud: "processi anti occidentali in stile sovietico"

Gio Giu 25 , 2020
“C’è un istinto di morte nell’aria per la rivoluzione totale immaginata da alcuni”.