Un figlio temporaneo, “per prova”. Se non va bene si ha la possibilità di restituirlo…


Un figlio temporaneo, “per prova”, ovvero per provare l’esperienza della paternità e vedere se piace. In questo modo se non va bene, si ha la possibilità di restituire il bambino, un po’ come si fa quando si provano i vestiti e le scarpe: si capisce qual è il modello giusto e si punta su quello.

Questo è quello che viene chiamato FOSTERING, cioè l’egoismo che prevale sul buon senso, i bambini che diventano beni inanimati, da scegliere secondo determinati standard estetici (vi ricorda qualche ideologia del Novecento?), le donne che diventano incubatrici…

Tiziano Ferro e il “marito” Victor Allen hanno dichiarato di volere un figlio e pensano proprio al fostering. Intervista da Repubblica, il giornale che più di ogni altro diffonde le peggiori pratiche anti etiche e anti cristiane in Italia, il cantautore ha detto che “in America la situazione è relativamente più facile, o meglio ci sono diverse soluzioni, come il cosiddetto fostering, ovvero la possibilità di occuparti per un certo tempo di un bimbo, anche senza una vera e propria adozione”.

Il fostering è una sorta di sinonimo di affidamento, diffuso soprattutto in Gran Bretagna e Stati Uniti. Nel programma Child Welfare Information Gateway, gestito dall’agenzia federale statunitense del Children’s Bureau, viene spiegato che la famiglia affidataria è una sorta di famiglia “momentanea” che dovrebbe preparare il bambino all’affido definitivo.

A Sky Tg24 Ferro aveva dichiarato: “io mi apro a questo dono e a questo ennesimo miracolo che sarà scritto da chi di dovere. Io potrò soltanto essere accogliente, desiderare e anche pregare senza negoziare. Direi: se vuoi sto qua”.

Pura ipocrisia, anche nel linguaggio, come potete notare. Dono? Miracolo? Ma va là!

Nel ragionamento fatto da Tiziano Ferro, al centro, più che il reale interesse per il bene del bambino, come al solito, c’è il desiderio di felicità di due adulti che, evidentemente, fanno i conti senza l’oste!


Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Io denunzia penalmente la Clerici per i contenuti sessuali rivolti a minori in una trasmissione. Ho denunciato penalmente la Rai per corruzione di minorenni per una sequenza hard in alle falde del Kilimangiaro e guarda caso cambiò conduttrice. Ma in concreto contro questa deriva lgtb cosa si può fare? Possibile non si possa fare nulla? Una bella associazione che “combatta” questo schifo? Saluti.

Miei bambini minorenni vittime della mala giustizia, già hanno avuto colloquie secreti tramite la banda composta da serv.sociale, responsabile della casa famiglia, avvocati dei nostri figli, psicologici…
Una volta venisse un vigile urbano e un fonzionario comunale, facevano proposta a mia moglie, sé accettassi lanciare nostri figlie per famiglie benestanti,
Siamo andati a presentare la denuncia presso i carabinieri,, non hanno preso in considerazione,
Gli educatrice della casa famiglia prendano i bambini per le loro festeggeremo privati,,,,
Tanti episodi sono stati consumati senza esserne informati, già da 6 mese non le vediamo, parliamo con loro meno da1 ora settimana senza libertà di contatto,