Nel più povero dei Paesi arabi aumenteranno da 2 a 3,2 milioni le persone a rischio alimentare acuto


Si aggrava sempre di più la crisi umanitaria nello Yemen, il più povero dei Paesi arabi, stremato da una guerra civile iniziata nel marzo 2015, dalla crisi economica, da inondazioni, invasioni di locuste e oggi anche dalla pandemia di Covid-19.

La Fao, l’Unicef e il Pam, in un rapporto pubblicato il 22 luglio, denominato Ipc, stimano che nei prossimi sei mesi aumenteranno da 2 a 3,2 milioni le persone a rischio alimentare acuto.

Si passerebbe così dal 25 per cento degli yemeniti vittime di forte insicurezza alimentare, tra febbraio e aprile 2020, al 40% della popolazione a rischio fame, tra luglio e dicembre.

E questo anche se si continuasse a distribuire assistenza alimentare umanitaria, come si sta facendo in questo momento, e a soccorrere le persone bisognose.

Leggi tutto l’articolo QUI


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments