Quelle donne cattoliche per le quali il matrimonio è indissolubile


Ci sono ancora donne, femmine, che amano i loro maschi.

Li scelgono e si donano, per sempre. Senza riserve. Si aprono alla vita e si ridonano.

Tutte preparano da mangiare, molte addirittura cucinano, asciugano lacrime e dispensano consigli non richiesti, perchè vorrebbero salvare il mondo, magari indossando un tacco 12, molte lavorano fuori casa, anche se a volte preferirebbero poter curare i propri figli.

In comune hanno un segreto che si tramanda da generazioni.

Qualcuno le definisce mogli cattoliche tradizionali, ma rischia un errore che il modello 2020 della categoria rispedisce al mittente.

Si raccontano Costanza Miriano, Beatrice Bocci, Raffaella Frullone, Benedetta Frigerio, Annalisa Teggi, Paola Belletti, Caterina Giojelli e tante altre che “nella buona e nella cattiva sorte” restano fedeli all’amore.

Sono mogli apparentemente normali. Le si incontra al supermercato, a scuola, in ufficio, per strada.

Chiacchierano, sorridono, lavorano, studiano, corrono, si ritoccano make up, asciugano lacrime, raccolgono confidenze, vorrebbero salvare il mondo e si arrabbiano perché non ci riescono, esattamente come tutte le altre.

Ma per loro il matrimonio ha un orizzonte differente: la vita eterna. Niente di più e niente di meno. Per loro il matrimonio è indissolubile e ogni figlio concepito, anche quello non nato, vive per l’eternità.

Per queste donne non c’è progetto, meta o traguardo più grande da raggiungere col marito se non il Paradiso.

Questa è la moglie cattolica tradizionale modello 2020. Cattolica non per etichetta, tradizionale non perché ancorata al passato, ma perché è proiettata nel futuro del futuro: l’eternità..

Ma veramente si può vivere così oggi, nel 2020?

Lo scoprirete leggendo queste pagine, scoprirete una via controcorrente, ma possibile per tutti e soprattutto ben più grande del «vissero felici e contenti».

(Mogli cattoliche tradizionali modello 2020, Il timone, pp. 112, € 9,00)

 


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Certo che si può…! Io e mia moglie l’anno prossimo, a Dio piacendo, arriveremo al traguardi di 50 anni di matrimonio. Tra problemi, difficoltà, sbagli. dolori., siamo sempre stati uniti. anche gioie. Ci dà forza ogni giorno la Grazia del sacramento del Matrimonio che ci ha dato sempre forza e coraggio. Ma non è mancata la preghiera in famiglia che ci ha dato serenità e sicurezza come genitori e adesso come nonni. Abbiamo cercato di seminare nel modo migliori. A Dio l’ardua sentenza…!