Simone Pillon: “ci mancava solo ‘la coscia è mia e la gestisco io!'”


Minigonne a scuola?

Qualche considerazione.

 

1. Tutti si sono appuntati sulle minigonne, dimenticando l’aspetto più vergognoso della vicenda, e cioè che al Liceo Socrate e in migliaia di scuole italiane ancora mancano i banchi. Anzichè pontificare sulla linghezza delle gonne e il patriarcato, la Azzolina dovrebbe spiegare dove ha messo i banchi….

2. E ora, a grande richiesta, diciamo qualcosa di medievale: problema non è la gonna ma il contesto. Un conto è uscire per fare shopping o per una cena con gli amici seguita da quattro salti in discoteca, un altro conto è andare a scuola o in ufficio. Contesti diversi meritano anche abiti diversi. È una banale questione di rispetto, e vale sia per i maschietti che per le femminucce.

Nella civilissima e progreditissima e lgbtissima Gran Bretagna qualsiasi scuola ha la sua brava divisa, differenziata tra maschi e femmine, e qualsiasi preside ha il dovere di rimandare a casa loro gli studenti che indossino altro.
Non pretendo la divisa, ma credo che un minimo di attenzione a come ci si veste in un luogo deputato all’educazione e alla cultura sia importante.

Tra l’altro non vale solo per gli studenti e le studentesse ma anche per gli insegnanti.

Ho insegnato per anni in un liceo pedagogico, e non mi sono mai permesso di presentarmi in classe in canottiera o coi braghini da spiaggia.

Non mi metto certo a misurare la lunghezza minima da approvare perchè a mio avviso non è una questione di centimetri ma di sale in zucca: mostrare le mutande ai compagni di classe e ai professori non mi pare sinonimo di rispetto e buon gusto, e il mio riferimento vale sia per ragazze con microgonne sia per i ragazzi col pantalone cinturato alle cosce.

Come non si può entrare in Senato senza giacca e cravatta, così, secondo me, non si può entrare in una scuola con le mutande in vista.

Sarò medievale, ma credo che insegnare ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze un pò di buon gusto, di pudore e di rispetto faccia parte del compito educativo degli adulti.
E ora, via! Avanti con le femministe da sbarco, il patriarcato, e la coscia è mia e la gestisco io!

Vi aspetto numerose!

 

Simone Pillon

Senatore della Lega Salvini Premier

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments