“Erdogan nemico di donne e curdi”: donna finisce in carcere


Di Lorenzo Capellini Mion

 

Forse avrete saputo di Sebahat Tuncel, donna e politica turca coraggiosa che di galera per le sue idee ne ha fatta già parecchia, sabato è stata condannata a quasi un anno di carcere per aver detto, nel 2016, che il presidente Erdogan è “nemico delle donne e dei curdi”.

O forse non ne sapevate nulla perché l’intellighenzia nostrana e il giornale unico sono non hanno battuto ciglio, sono tutti leoni quando la denuncia non comporta rischi.

E in fondo è più comodo, e lucrativo, coprire le statue che aprire gli occhi.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments