La fraternità deve ispirare la politica affinché essa non sia schiava della finanza


Di Emanuela Maccarrone

Il 3 ottobre presso la Basilica di San Francesco, il papa ha firmato l’enciclica ‘Fratelli tutti’.

Questo documento, si apre con un’introduzione ed è suddiviso in otto capitoli, raccoglie le riflessioni del Santo padre sulla fraternità e l’amicizia sociale.

Nel primo capitolo, intitolato ‘Le ombre di un mondo chiuso’, il Papa si sofferma su diverse questioni che riguardano le società contemporanee: la manipolazione e la deformazione di concetti come democrazia, libertà, giustizia, la perdita del senso del sociale e della storia, l’egoismo e il disinteresse per il bene comune, la prevalenza di una logica di mercato fondata sul profitto e la cultura dello scarto, la disoccupazione, il razzismo, la povertà, la disparità dei diritti e le sue aberrazioni come la schiavitù.

Il Santo Padre sottolinea che questi sono problemi che esigono una collaborazione globale denunciando, pertanto, la ‘cultura dei muri’ . E’ un ‘Enciclica sociale’, come l’ha definita papa Francesco, pensata per guidare le azioni umane in ogni ambito della vita, dal quotidiano alla politica al sociale, sotto l’influsso della fratellanza.

Il Santo Padre parte dal presupposto che solo attraverso la fratellanza (poiché tutti gli uomini appartengono a un’unica famiglia umana) si può costruire un mondo giusto.

La fraternità deve ispirare la politica affinché essa non sia ‘schiava’ della finanza, ma ponga al centro della propria attività l’uomo e i suoi diritti fondamentali, una politica orientata al bene comune che garantisca il lavoro consentendo, in tal modo, all’individuo di sviluppare le proprie capacità.

Punto fondamentale dell’Enciclica è la promozione della pace come forma di dialogo per garantire lo sviluppo reciproco, scongiurando l’uso della guerra come mezzo per stabilire la giustizia, soprattutto in un’epoca dove le armi nucleari, chimiche e biologiche avrebbero delle conseguenze devastanti sulle popolazioni.

Gli argomenti trattati nell’Enciclica sono vari e molto interessanti. Invitiamo a leggere l’intero documento QUI.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments