Sulle donne nere i liberals hanno privilegi che Trump non può permettersi


Di Lorenzo Capellini Mion

Avete sentito l’ultima del candidato di transizione Joe Biden? Eccola: “La ragione per cui sono riuscito a stare in casa durante il confinamento risiede nel fatto che delle donne nere hanno mantenuto gli scaffali della drogheria riforniti.”

Insomma le nuove piantagioni di cotone. Mi facevano notare come se la stessa frase l’avesse pronunciata l’uomo arancione cattivo i media sarebbero esplosi e per la strada ci sarebbe stata la rivoluzione.

I liberals hanno privilegi che noi umani… ma c’è aria di risveglio.

Intanto, la segretaria stampa della Casa Bianca, Kayleigh McEnany, dopo un numero di tamponi negativi ha rivelato di essere risultata positiva al coronavirus e quindi inizierà il “processo di quarantena”.

Nessun sintomo, sta benone e considerando che supererà il virus di Wuhan brillantemente il vero peccato è che in piena campagna elettorale ci dovremo privare, per qualche giorno, dello spettacolo rappresentato da questa giovane mamma, che il dolore e la tenacia hanno già forgiato come l’acciaio, che quotidianamente si trova di fronte patetici reporter partigiani che pensano di poterla mettere in difficoltà e che ogni volta vengono letteralmente portati a scuola.

Augureranno la morte anche a lei ma batterà il virus come ogni giorno batte i lacchè di Soros e Obama.

Il Presidente Donald J. Trump, ha spiegato che la stagione dell’influenza sta arrivando! Molte persone ogni anno, a volte oltre 100.000, nonostante il vaccino, muoiono di influenza. “Chiuderemo il nostro Paese? No, abbiamo imparato a conviverci, proprio come stiamo imparando a convivere con Covid, nella maggior parte della popolazione molto meno letale!”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments