Arcivescovo chiude centro pastorale in deriva dottrinale, liturgica ed ecclesiale


IL SAINT MERRY ERA LA VERSIONE PARIGINA DI ALCUNI CENTRI PASTORALI ITALIANI PROGRESSISTI E RADICALI

Di Angelica La Rosa

L’arcivescovo di Parigi, mons. Michel Aupetit, ha deciso di chiudere il centro pastorale Saint Merry a causa della sua costante deriva dottrinale, liturgica ed ecclesiale. Questo centro, non una parrocchia, è stato uno dei principali riferimenti del progressismo pseudo-cattolico radicale in Francia.

Il Saint Merry, nel quartiere parigino di Halles, è stato un centro pastorale non territoriale, che, pur non essendo una parrocchia, tuttavia ne svolgeva quasi tutte le funzioni di una parrocchia.

È stato creato nel 1975 su iniziativa dell’allora arcivescovo di Parigi, il cardinale Francois Marty. La comunità si è sempre definita “una Chiesa aperta”, “una Chiesa per i cristiani ma anche per gli emarginati, i cercatori di senso nella vita”.

Ogni domenica, alle 11.15, si celebrava una messa infarcita di “creatività liturgica”, e “preparata” in precedenza dalla comunità.

I partecipanti al centro pastorale affermavano che c’era una collegialità tra preti e laici. La comunione, ammesso e non concesso che la consacrazione eucaristica fosse realmente valida, veniva offerta a chiunque, anche a chi si trovava in una situazione oggettiva di peccato (es. coppie omosessuali).

Il coraggioso Arcivescovo Aupetit ha voluto adesso limitare gli errori dottrinali, liturgici e pastorali del centro pastorale. A partire dal 1° marzo, non saranno più celebrate “messe” dagli eterodossi del centro parigino. Si tratta, tutto sommato, di una situazione simile a quella del centro pastorale San Carlos Borromeo nel quartiere Entrevías della capitale della Spagna Madrid, dove si celebrano anche liturgie “peculiari” e che il cardinale Rouco ha cercato di chiudere, anche se poi a desistito. E qualcosa di simile accade anche in simili centri in Italia, ma nella nostra penisola molti vescovi hanno paura a far rispettare la retta dottrina e le norme liturgiche stabilite dalla Chiesa…

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments