Giochi e vestiti per “bimbi” e “bimbe”? In California dovranno diventare “gender neutral”


PER QUANTA FANTASIA NOI SI POSSA AVERE I LIBERALS SONO E SARANNO SEMPRE “UN PASSO AVANTI”: VERSO LA FOLLIA!

Di Lorenzo Capellini Mion

In California in base ad un nuovo disegno di legge i grandi magazzini in California si vedrebbero costretti a sbarazzarsi dei reparti per “bambini” e “bambine”, per giocattoli e vestiti.

Online qualsiasi attività commerciale con sede in California che intendesse vendere articoli per l’infanzia, abbigliamento per bambini o giocattoli, dovrebbe dedicare una sezione del sito Web Internet indicandoli come articoli per “bambini” “unisex” o “gender neutral”.

Per quanta fantasia noi si possa avere i liberals sono e saranno sempre “un passo avanti”.

A proposito il gigante della grande distribuzione Target lo fa dal 2015.


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Giustissimo. Però sono sconvolto quando dalle Edizioni Paoline vedo negli scaffali i libri gender per bambini, con tanto di disegnini depravati, ma i libri su Medjugorije, per esempio quello di Mirjana, sono ben nascosti sotto il banco per “essere prudenti”. Ora che in un’attività del genere, dove sono della Suore a servire i clienti, mi sembra come minimo uno scandalo. Ma è mai possibile? Non si dovrebbero vergognare?