Alla riscoperta di san Giuseppe, artigiano di umanità


San Giuseppe è modello di ogni tipo di paternità

Di Angelica La Rosa

“San Giuseppe ci ricorda che tutti coloro che stanno apparentemente nascosti o in ‘seconda linea’ hanno un protagonismo senza pari nella storia della salvezza”, ha scritto Papa Francesco.

San Giuseppe è per noi modello di ogni tipo di paternità, sia di quella alla quale è chiamato chi si sposa, sia di quella che appartiene al servizio pastorale ed educativo in genere, la cosiddetta “paternità spirituale”.
Il punto di partenza del libro di p. Manns e di p. Varriano dal titolo “Artigiano di umanità – Alla riscoperta di san Giuseppe” (Edizioni Terra Santa, pagine 176) è una lettura esegetica del vangelo dell’infanzia secondo Matteo, fatta alla luce delle tradizioni interpretative ebraiche.
Nel secondo capitolo viene ripresa la figura di san Giuseppe come educatore di Gesù nella prospettiva del suo pieno inserimento nelle tradizioni e nella religiosità del popolo d’Israele.
Il terzo capitolo ci offre una lettura spirituale della figura di Giuseppe come educatore, a partire dalla sua particolare “paternità”, alla luce del magistero pontificio e in special modo della lettera apostolica Patris corde che papa Francesco ha dedicato a san Giuseppe.
Gli autori sono molto legati a San Giuseppe.
Il francescano Frédéric Manns, già docente di Esegesi del Nuovo Testamento ed Ermeneutica e storia dell’esegesi ebraica presso lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme, è uno dei massimi esperti del rapporto tra giudaismo e cristianesimo nei primi secoli.
Il confratello francescano Bruno Varriano è docente di Psicologia generale, Psicologia dell’età evolutiva, Pedagogia e Teologia spirituale presso lo Studium Theologicum Jerosolimitanum ed attualmente è guardiano del Convento di Nazareth e rettore del Santuario dell’Annunciazione e di quello di San Giuseppe.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments