De Filippis (Fed. Europea Medici Cattolici): “le posizioni no vax sono anti scientifiche”


“SAREBBE GIUSTO ELIMINARE I BREVETTI DAI VACCINI”, SPIEGA AD INFORMAZIONE CATTOLICA IL PRESIDENTE DELLA FEDERAZIONE EUROPEA DEI MEDICI CATTOLICI

Di Bruno Volpe

“Sarebbe giusto eliminare i brevetti dai vaccini”: lo dice in questa intervista che ci ha rilasciato il Presidente della Federazione europea Medici Cattolici, il dottor Vincenzo De Filippis, che aggiunge: “Vaccinarsi è un atto di rispetto e amore per la vita umana”.

Dottor De Filippis, in Vaticano è obbligatorio il vaccino e il cardinale Cupich ha detto che vaccinarsi è un atto di amore. Condivide?

“Certo. Vaccinarsi non è solo è giusto dal punto di vista medico, ma rispecchia fedelmente il pensiero cattolico, il rispetto della vita umana. La libertà, come affermano alcuni, non significa possibilità o facoltà di contagiare. A questi signori dico: se pretendete una libertà sfrenata state a casa. La libertà finisce dove inizia quella degli altri. Se mi vaccino, non trasmetto la malattia, mi pare evidente”.

Bisogna aiutare i paesi in difficoltà che non sono in grado di comprarli…

“Intanto ricordo che siamo tutti sulla stessa barca e che nessuno si salva da solo, devono prevalere la logica dei noi e il senso di responsabilità. Ritengo che ai paese poveri, penso all’Africa, non dobbiamo dare vaccini di seconda classe”.

Che idea ha dei vaccini?

“Da medico, lasciate da parte il fatto che sono credente, dico che hanno migliorato la qualità della nostra vita e le posizioni no vax non hanno senso, sono anti scientifiche”.

Tuttavia è innegabile che con Astrazeneca ci sono stati problemi…

“Intanto ogni vaccino, che è farmaco, può avere delle controindicazioni, tuttavia non abbiamo prove certe di un nesso tra vaccino e malore o morte. Certamente è bene indagare. In quanto ad AstraZeneca, lo ha messo su con un prezzo contenuto, un discorso etico, che altri non hanno fatto rispettando la logica di mercato”.

Che cosa pensa dei brevetti?

“Li toglierei dai vaccini per venire incontro ai paesi poveri, ma ha prevalso la logica del profitto delle Big Pharma. Inoltre, l’Europa è una realtà più economica che politica”.

Esistono medici che vanno contro i vaccini. Che ne dice?

“La libertà di pensiero non equivale a diffondere notizie false e contro la verità scientifica. Un medico che afferma questo, andrebbe radiato e mi domando su che libri ha studiato”.


Subscribe
Notificami
3 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Sono in tanti che non la pensano come questo signore, in tanti studiosi qualificati e documentati. Si vaccini lui contro la PRESUNZIONE.
Bruno PD

Assolutamente contrario. L’insorgenza di malattie autoimmuni e tumori, la modifica del DNA, se non la morte dopo il vaccino sono dati documentati e drammatici volutamente ignorati dai media. Gli studi della dott.ssa Bolgan e i pareri dei nobel come Montaigner sono ignorati e derisi. 80.000 casi avversi in Europa e 27.000 in Italia post vaccino Pfizer (dati Eudra Vigilance) dovrebbero bastare. Gli altri sono identici. Inoltre i feti abortiti utilizzati per i suddetti vaccini rendono impossibile l’utilizzo per un cattolico. Non è una “fake”, loro sono una “fake” da 2000 anni.

Assolutamente d’accordo con Paolo!!!