Shemà. Commento al Vangelo del 13 aprile della teologa Giuliva Di Berardino


Shemà (in ebraico “Ascolta”), un commento al Vangelo del Giorno di Giuliva Di Berardino.

Anche a noi, uomini e donne del terzo millennio, Nostro Signore Gesù Cristo dice: “Shemà”. Ascoltiamolo!

***

IL COMMENTO TESTUALE

IL VANGELO DEL GIORNO: Gv 3, 1-8

IL VANGELO DEL GIORNO:  Gv 3, 7-15

martedì 13 Aprile 2021

Il Vangelo di oggi è la continuazione di quello di ieri. Continuiamo quindi anche oggi a leggere le parole di questo dialogo tra Gesù o Nicodemo alla luce della Pasqua, dato che la liturgia ce le propone nel tempo di Pasqua. Innanzi tutto il testo si apre con le stesse parole che invece chiudevano il testo di ieri:  Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito. Il punto di partenza è la libertà di chi è nato dallo Spirito e le parole di Gesù lasciano intendere che questo tipo di libertà è una libertà interiore e che non riguarda fattori esterni alla persona, perché non dipende da commerci o affari di qualche tipo, ma dall’accoglienza della testimonianza della fede nel Figlio di Dio, che è disceso dal cielo perché a noi fosse accessibile il cielo. Ora, nella Bibbia, quando si parla di cielo, non si intende il cielo fisico, quello che noi vediamo in alto delle nostre teste. Per l’uomo biblico il cielo è una dimensione “altra”, è l’infinito, la dimora di Dio e spesso significa anche la sua Presenza provvidente e amorevole, alla quale noi, esseri umani innalziamo gli occhi e il cuore nel bisogno. Ora, Gesù, lo comprendiamo dalle parole di questo dialogo, espone a Nicodemo il senso profondo della sua missione nel mondo, la motivazione per la quale Lui, il Figlio dell’uomo, è sceso dal cielo. La Pasqua di Gesù è infatti l’opera di riconciliazione tra cielo e terra di cui tutti noi avevamo bisogno, è il compimento di ogni nostro bisogno. Ecco perché Gesù afferma: bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, la riconciliazione è un bisogno, una necessità per noi e Lui, il Figlio dell’uomo, che è sceso dal cielo, per amore nostro, avverte il nostro bisogno di avere un contatto col cielo. Allora l’innalzamento di Gesù, la sua croce e la sua ascensione al cielo, che completa l’opera della sua Pasqua, ha aperto un canale di grazia, ha costruito un ponte, un collegamento tra cielo e terra, un’apertura per la quale noi possiamo essere uniti al Padre “dei cieli” per l’eternità. Il bisogno di Gesù di compiere la Pasqua è il bisogno di tutti gli esseri umani di entrare in contatto con Dio Padre. Ecco allora che Gesù in queste parole rivolte a Nicodemo, ci rivela il frutto della sua Pasqua: chiunque crede in Lui(nel Figlio dell’uomo) ha la vita eterna. E, a mio parere, la parola più avvincente, più incisiva e più impegnativa per noi, di tutto questo testo è quel chiunque: Gesù non dice chi è religioso, non dice chi è povero, non dice chi è santo, ma dice che chiunque crede in Lui può avere la vita eterna. Ecco, cari amici, questa è la nostra gioia: grazie al dono dello Spirito di Cristo, da quella Pasqua in cui Gesù ci ha mostrato il suo amore con la vita, il cielo è aperto per noi, per tutti. Buona giornata!

Gv 3, 7-15

In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Non meravigliarti se ti ho detto: dovete nascere dall’alto. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito». Gli replicò Nicodèmo: «Come può accadere questo?». Gli rispose Gesù: «Tu sei maestro di Israele e non conosci queste cose? In verità, in verità io ti dico: noi parliamo di ciò che sappiamo e testimoniamo ciò che abbiamo veduto; ma voi non accogliete la nostra testimonianza. Se vi ho parlato di cose della terra e non credete, come crederete se vi parlerò di cose del cielo? Nessuno è mai salito al cielo, se non colui che è disceso dal cielo, il Figlio dell’uomo. E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna».

IL COMMENTO IN VIDEOhttps://www.youtube.com/channel/UCE_5qoPuQY7HPFA-gS9ad1g/videos


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments