Non si può cercare Dio nel prete che sbaglia, nella corruzione di una parte della Chiesa, nel male che ci circonda!


GESÙ È PERENTORIO, CHIARO, NON LASCIA SPAZIO A INTERPRETAZIONI

Di Marta Levis

Da cattolica, praticante, mi interrogo spesso su concetti supremi, sul destino, lo scopo, il senso delle religioni, le aspettative che spesso i fedeli hanno nell’osservare scrupolosamente le leggi morali e spirituali, i dogmi, il mondo che va da tutt’altra parte e tu, con un senso di grande sconforto, ti chiedi ma Dio dov’è?

È proprio questa la domanda da porsi. Dio innanzitutto deve essere dentro di te, non fuori, non nelle scelte altrui, non nelle credenze di altri. Se cerco Dio nel prete che sbaglia, nella corruzione di parte della Chiesa, nel male che ci circonda capite bene che sono dalla parte sbagliata… Credo al trionfo di comportamenti che non sono quelli evangelici; credo nel male, e, pian piano, perdo fiducia nel bene! Il libero arbitrio vale per tutti e pure le conseguenze.

Dicevamo “dentro di te”. In primis sei tu che devi risolvere con te stesso chi sei, cosa vuoi, il tuo scopo nella vita, la coerenza che hai, i sentimenti che provi … insomma di che pasta sei fatto! Dio ci viene insegnato, spiegato, quasi imposto, alle volte ci dicono che è un Padre amorevole, altre giudice terribile ecc… (detto in parole povere). Una vita di sensi di colpa, di frustrazione per non essere all’altezza, sconforto e caduta oppure bigottismo e superstizione.

Dio è Amore, Gioia, Benessere. Trovare Dio è trovare nella forma più pura tutto questo. Gesù ha detto: “Abbiate fede in Dio!… Per questo vi dico: tutto quello che chiederete nella preghiera, abbiate fede di averlo ottenuto e vi accadrà”. Perentorio, chiaro, non lascia spazio a interpretazioni. E allora diventa una questione di fede. La FEDE non riposa nella Speranza? La FEDE si rinsalda nella Certezza! Quindi i dubbi? Meravigliosi interrogativi, momenti di smarrimento, buio pesto dove l’Anima deve faticosamente cercare di capire e non capisce niente… poi l’Abbandono totale, la presa di coscienza che Dio è un Mistero, ma sorge una pace profonda, mistica che trova nell’abbandonarsi tra le sue braccia il senso stesso della propria esistenza, e il dubbio svanisce, non è vincolato a nessun risultato o profitto o egoismo (robe di noi umani), ci si sente amati e in pace, ecco la certezza: Sono Amata… Ecco che le parole di Cristo diventano sicure, non tradiscono, sortiscono in maniera infallibile le promesse enunciate. Prova se ti va, ma devi attraversare i dubbi, le paure, l’inferno della mente, il mondo fuori… È una faccenda tutta personale. Lo dico con umiltà e pudore, lo dico bussando la porta con delicatezza, lo dico per condividere con voi la mia esperienza.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments