I santi fra storia dell’arte e fede: Santa Teresa di Calcutta


UN “MEDAGLIONE” SUL SANTO DEL GIORNO PER RISANARE – ALMENO VISIVAMENTE – LA FRATTURA ESISTENTE NELLA MODERNITÀ TRA FEDE E ARTE

Di Riccardo Fiorito*

Un “riflesso” della santa che festeggiamo oggi tratto dalla storia dell’arte:

Statua di santa Madre Teresa di Calcutta, Basilica Nuestra Señora del Pilar, Recoleta, Buenos Aires, Argentina.

Dagli scritti e discorsi di Benedetto XVI:

«Quando nacque questa casa, la Beata Madre Teresa volle chiamarla “Dono di Maria”, quasi auspicando che qui si possa sperimentare sempre l’amore della Santa Vergine. Per chiunque venga a bussare alla porta, è infatti un dono di Maria sentirsi accolto dalle braccia amorevoli delle Suore e dei volontari. È ancora un dono di Maria la presenza di chi si ferma ad ascoltare le persone in difficoltà e a servirle con quella stessa attitudine che sospinse prontamente la Madre del Signore verso Santa Elisabetta. Che questo stile di amore evangelico suggelli e contraddistingua sempre la vostra vocazione perché, oltre all’aiuto materiale, possiate comunicare a quanti quotidianamente incontrate quella stessa passione per Cristo e quel luminoso “sorriso di Dio” che hanno animato l’esistenza di Madre Teresa. Amava dire Madre Teresa: è Natale ogni volta che noi permettiamo a Gesù di amare gli altri attraverso di noi. Il Natale è mistero di amore, il mistero dell’Amore».

Fonte: Discorso in occasione della visita alla casa “Dono di Maria, 4 gennaio 2008.

 

* Terziario domenicano, segretario della Fratèrnita Laica San Domenico di Bologna


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments